LA VERITA'

La verità si divide in "verità di fede" e "verità di tortura". Della verità pura e semplice non frega niente a nessuno.

venerdì 8 febbraio 2008

Ebrei e cristiani: il ridicolo della situazione attuale!


Scrive tale padre Rosa un gesuita:

“Insomma, “pur escludendo la troppo facile prontezza di alcuni che vogliono addossare agli ebrei ogni colpa dei peggiori avvenimenti che toccano alla società moderna, e all’Europa in ispecie”, rivendicava a proprio merito di aver messo “in chiaro su queste pagine, quanta colpa e quanta prevalenza avesse la traviata generazione degli ebrei nella rivoluzione russa, come già in quella francese e nella più recente in Ungheria, con tutte le sue stragi, crudeltà ed orrori selvaggi.” Tratto da “Fra mito della cristianità e secolarizzazione” di Giovanni Miccoli pag.283

Scriveva Lenin nei Quaderni Filosofici:

“L’ebreo ha un diritto tanto più grande a questo riconoscimento della sua “libera umanità” in quanto la “società civile libera” ha un’essenza totalmente commerciale, ebraica, e in quanto l’ebreo è fin dall’inizio un suo membro necessario.” Da Quaderni Filosofici di Lenin ed. Riuniti 1971 pag. 31
I delitti contro l'umanità non cadono mai in prescrizione per il semplice motivo che prescrivere un delitto contro l'umanità significa giustificarlo ponendo le basi per altri delitti, magari non contro gli stessi soggetti, ma con gli stessi metodi e con gli stessi fini:

“Non molto tempo dopo [Fernando e Isabella] ordinarono che gli ebrei che erano rimasti se ne andassero dal regno entro un certo giorno. Se, a causa della povertà, come spesso accadeva, o per qualche altra ragione, essi non potevano obbedire, dovevano essere mandati al rogo oppure fingere di essere cristiani. Pochi abbracciarono la fede di cristo; gli altri partirono per l’Italia, la Grecia, l’Asia Minore, molti andarono in Siria ed in Egitto. Sulle prime questa misura sembrò lodevole, perché rispettava l’onore della nostra religione; ma era in realtà piuttosto crudele se si considera che anche essi sono esseri umani creati da dio e non bestie. Era penoso vedere queste sofferenze. Molti furono falciati dalla fame, soprattutto le madri che allattavano i figlioletti. Madri mezze morte tenevano fra le braccia bambini moribondi [...]. Non posso quasi dire qual fosse la crudeltà e l’avidità di quelli che li trasportavano. Molti furono affogati per l’avidità dei marinai, e chi non era in grado di pagare la traversata doveva vendere i figli.” Tratto da L’abbandono dei bambini nell’Europa Occidentale di John Boswell pag. 253


Provate a riflettere: Benedetto XVI (2008) “Preghiamo per gli ebrei: il signore dio nostro illumini i loro cuori perché riconoscano Gesù cristo salvatore di tutti gli uomini.”
Di quanto sangue e di quanto odio grondano le mani di Ratzinger.
e-mail claudiosimeoni@libero.it

Nessun commento:

Posta un commento