LA VERITA'

La verità si divide in "verità di fede" e "verità di tortura". Della verità pura e semplice non frega niente a nessuno.

martedì 5 febbraio 2008

Il metodo di Francesco Bacone e il metodo di Ratzinger

Il commento all’enciclica Spe Salvi di Ratzinger ci permette di comprendere attraverso quali meccanismi sofistici i cristiani piegano la realtà dell’uomo ai propri giochi coercitivi. Ho caricato in internet il sedicesimo commento all’enciclica Spe Salvi. In questo Paragrafo Ratzinger cerca di piegare il metodo di Francesco Bacone di comprensione della realtà, di costruzione della propria verità relativa, ad un concetto di fede da opporre alla propria patologia che chiama fede.
Un’ipotesi di lavoro e di indagine non è un’idea preconcetta, un atto di fede, in quanto, tale idea è sottoposta a verifica nella ricerca dello sperimentatore. La sperimentazione modifica l’idea iniziale a mano a mano che le verifiche continuano. L’idea del dio creatore è un atto di fede (patologicamente intesa) quando costringe il soggetto a risolvere in essa ogni relazione della sua vita. Tale idea non è un oggetto di fede quando Darwin la pone a fondamento della sua ricerca finendo per dimostrare che la formulazione di tale idea è assolutamente falsa. D’altronde, Darwin non si libera della fede nel dio creatore in quanto tale fede non è manifestata dalla realtà oggettiva del mondo, ma è espressione della patologia da manipolazione emotiva che è stata impressa a Darwin dai cristiani fin da quando era in pancia della madre.
L’inganno cristiano si gioca su più piani, come già è stato dimostrato nel commento ai primi quindici paragrafi della Spe Salvi di Ratzinger.
Il sedicesimo commento lo trovate:
http://www.stregoneriapagana.it/spesalvi16.html
Riuscire a comprendere la realtà del mondo e le idee che ci portano ad immaginare una realtà del mondo è la differenza che c’è fra chi vive rispondendo alla morale della società civile, della Costituzione, e la morale di chi costringe le persone alla sottomissione e all’odio sociale.
Svelare l’inganno sociale non è mai possibile. Possiamo svelare gli aspetti dell’inganno che si percepiscono e farlo è un dovere civile.
Per questo trovate la pagina per fondare il futuro della Stregoneria.
http://www.stregoneriapagana.it/stregoneriafutura.html
Il futuro della Stregoneria si dispiega soltanto rimuovendo gli ostacoli che in questo presente, come in ogni altro presente, impediscono alle persone di dilatare sè stessi nel mondo in cui vivono penetrando l’immenso che le circonda.
05 febbraio 2008
e-mail claudiosimeoni@libero.it

Nessun commento:

Posta un commento