LA VERITA'

La verità si divide in "verità di fede" e "verità di tortura". Della verità pura e semplice non frega niente a nessuno.

venerdì 27 giugno 2008

Il terrorismo dei preti cattolici!

Cosa si processerà?
Dei delitti?
Ogni processo ha il compito di accertare i fatti e di perseguire i crimini irrorando la pena.
Le persone civili devono, invece, censurare i comportamenti che attentano alle Istituzioni. Alla morale civile che non è quella che viene censurata irrorando la pena, ma sono gli effetti prodotti dal tentativo di alterare la morale imposta dal dettato Costituzionale al fine di imporre la morale terroristica del possesso. La bambina privata del diritto di autodeterminazione e trasformata in oggetto che il prete può possedere in quanto rappresentante del dio padrone in terra. Fintato che organi delle Istituzioni civili continueranno a riconoscere al prete cattolico ruoli che la Costituzione gli nega, l’attività di terrorismo da parte delle Istituzioni nei confronti della società civile, della Costituzione e delle singole persone.


SACERDOTE ACCUSATO DI PEDOFILIA A CASTEL RITALDI,
LA VICENDA FINISCE IN TRIBUNALE

Oggi l'apertura del processo nato dalla denuncia di quattro bambine che frequentavano la parrocchia
Spoleto - 26/06/2008 17:35

La notizia a suo tempo fece molto scalpore. Ora saranno i giudici del tribunale di Spoleto a capire quanto c'è di vero nella delicata vicenda che vede imputato un sacerdote spoletino - ora allontanato dalla parrocchia che reggeva fino a non molto tempo fa - con l'accusa di pedofilia. La vicenda risale ad un paio di anni fa, quando quattro bambine di Castel Ritaldi confidarono ai genitori di aver ricevuto delle attenzioni molto particolari dal loro parroco.Da qui la denuncia che vede imputato il sacerdote per violenza sessuale su minori di 14 anni.
Oggi, in tribunale, l'apertura del processo, dove si è cominciato a ricostruire i fatti. Secondo le denunce rese al tempo dalle bambine, il prete le avrebbe palpeggiate. In un caso, addirittura, secondo quanto denunciato, le particolari attenzioni sarebbero avvenute la vigilia di Natale.
Il processo, molto delicato e che dovrà prima di tutto esaminare l'attendibilità delle bambine coinvolte, è stato rinviato al febbraio prossimo.
Tratto da:
http://www.tuttoggi.info/articolo-6937.php


La domanda è: quando finirà il terrorismo dei preti cattolici nei confronti della società civile? L’organizzazione di terrorismo cattolica costa allo Stato Italiano più dello Stato Italiano stesso e finanzia l’attività di guerra e di genocidio che i cattolici mettono in essere contro i popoli di mezzo mondo.

e-mail claudiosimeoni@libero.it

Nessun commento:

Posta un commento