LA VERITA'

La verità si divide in "verità di fede" e "verità di tortura". Della verità pura e semplice non frega niente a nessuno.

venerdì 1 agosto 2008

Come Ratzinger e la CEI affrontano la questione pedofilia!

Conoscere ed aver sempre presente qual è l’atteggiamento del Vaticano e delle gerarchie cattoliche nei confronti della pedofilia e della pederastia al di là delle dichiarazioni ufficiali.
In questo caso l’atteggiamento di Ratzinger e della CEI diventa chiaro nelle dichiarazioni di tale Wilhelm Egger il cui scopo è garantirsi l’impunità per l’attività di stupro di minori e non la giustizia per il minore stuprato.
Le dichiarazioni e le precisazioni di Egger sono un vero e proprio insulto alla società civile. Offese che vanno ad offendere la ragazzina stuprata dal delinquente Giorgio Carli che lui ha protetto a tutti i costi. I fatti sono reali. La violenza è stata subita dalla ragazza e Egger dovrebbe pagare i danni anziché: "Non c'è nessuna testimonianza a parte quella di una donna che, dopo un lavoro psicoterapeutico, ha elaborato fatti avvenuti dieci anni fa".
Le dichiarazioni di Wilhelm Egger sono dichiarazioni di un volgare teppista. Un terrorista che offende le vittime per assicurarsi l’impunità e continuare a delinquere.
Non è il delitto l’oggetto della sua attenzione, ma quella pretesa di impunità per la quale vuole sottrarsi alla legge.


Papa, con il vescovo di Bolzano parla di pedofilia e della Rana crocifissa

Scritto da Marco Fabi
Martedì 29 Luglio 2008 15:30

Entrano nel vivo le vacanze di Benedetto XVI nel seminario di Bressanone, all'insegna del riposo assoluto. Massimo riserbo, ma il vescovo di Bolzano, mons. Wilhelm Egger, si è intrattenuto con i giornalisti, riferendo della conversazione avuta con il papa nel tragitto in macchina dall'aeroporto. "Gli ho parlato delle gioie e dei dolori della diocesi", ha raccontato il presule nel corso di una conferenza stampa a Bressanone. Se tra le "gioie" ci sono, secondo mons. Egger, la "generosità" e lo spirito di "collaborazione" dei suoi fedeli, non sono mancati, anche negli ultimi tempi, i "dolori". A partire dalle polemiche sulla 'Rana crocifissa', dell'artista Martin Kippenberger. L'opera, ha detto il vescovo, "ha creato tanto scompiglio, quasi una sommossa popolare". Quanto al tema della pedofilia, mons. Egger ha aggiornato il papa sul caso di don Giorgio Carli, sacerdote diocesano sotto processo, assolto in primo grado, condannato in secondo e in attesa del giudizio della Cassazione. "Non c'è nessuna testimonianza a parte quella di una donna che, dopo un lavoro psicoterapeutico, ha elaborato fatti avvenuti dieci anni fa", si è limitato a ricordare il vescovo. Riferimento anche al calo delle vocazioni che preoccupa la Chiesa locale come quella universale. Intanto, a Bressanone ha debuttato la nuova divisa della Gendarmeria vaticana: polo azzurra con la scritta 'Gendarmeria', in blu, sulla destra, sormontata da un fregio che ricorda quello dell'artiglieria, e pantaloni blu di cotone. La divisa ordinaria, che i gendarmi indossano solo all'interno del piccolo Stato vaticano, è blu con filetti rossi.

Riporto da:
http://www.korazym.org/index.php/attivita-del-papa/2-il-papa/238-papa-con-il-vescovo-di-bolzano-parla-di-pedofilia-e-della-rana-crocifissa


E’una vergogna. Ancora una volta ratzinger ha perso un’occasione per condannare la pedofilia. Nei fatti l’ha difesa più preoccupato della condanna alla quale il suo prete è stato sottoposto che non al male che ha fatto abusando della vittima.
La questione della rana non è irrilevante: davante all'arte che rappresenta il dolore degli uomini i cristiani impongono il dolore del loro presunto profeta agli Esseri Umani. Impongono la sofferenza per divertirsi a vedere bambini, donne e uomini soffrire! I cristiani odiano l'arte quando denuncia le loro perversioni.

E la popolazione non può far altro che rispondere rifiutando la chiesa cattolica; il suo orrore; il suo disprezzo per le persone; il suo odio per la società civile che esprime in ogni istante pretendendo che le persone non pretendano i loro diritti Costituzionali, ma SI SOTTOMETTINO ALLA SUA MORALE DI MORTE E DI OMICIDIO!
Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo
P.le Parmesan, 8
30175 – Marghera Venezia
e-mail claudiosimeoni@libero.it

Nessun commento:

Posta un commento