LA VERITA'

La verità si divide in "verità di fede" e "verità di tortura". Della verità pura e semplice non frega niente a nessuno.

martedì 23 settembre 2008

Il sangue, la chiesa, l'esoterismo ed il simbolismo: la follia del cristianesimo!

E’ un fatto avvenuto a Roma: quanti cattolici hanno concorso per mandare fuori di testa questa persona?
Quanti ragazzi e quante persone sono state preparate dai cattolici per confondere la realtà virtuale con la realtà effettiva? Quante persone sono state indotte a spaventarsi davanti al catastrofismo millenaristico dei profeti o dell’apocalisse con un povero pazzo che deve venire dalle nubi con grande potenza in quella generazione?
Pazzo per pazzo, se non si riconduce alla realtà solo perché si vuole spacciare il terrore del dio padrone come se fosse una dose di eroina, altri fatti analoghi sono destinati a ripetersi.
L’esoterismo cattolico serve ai cattolici per nascondere la miseria della loro realtà dottrinale ed eccitare voli di fantasia in persone nelle quali hanno provveduto ad annullare il senso critico; il senso della realtà che stano vivendo.
Come Gesù andava farneticando invitando i ricchi a gettare via le loro ricchezze perché tanto stava arrivando la fine del mondo, così, per logica, cosa vuoi che sia l’accoltellamento di persone in prossimità della fine del mondo? Quale? Quella che sta sempre per arrivare al fine di alimentare l’ansia delle persone. L’acceleratore ha fatto l’esperimento per simulare il Big Bang? Qualcuno evoca la fine del mondo! Ora si sciolgono ghiacci del polo e milioni di tonnellate di metano si riversano nell’atmosfera? Si evoca la fine del mondo! Si è stanchi di affrontare i problemi quotidiani con una burocrazia che impedisce la soluzione di problemi quotidiani? Si auspica la fine del mondo!

2008-09-23 19:46

"SONO L'ANTICRISTO",
E ACCOLTELLA IL PARROCO E ALTRE 3 PERSONE

di Annalisa Sturiale
ROMA - Il sangue, la chiesa, l'esoterismo ed il simbolismo. Un giovane che si impersona nell'Anticristo e compie l'atto a cui è stato destinato. Potrebbero sembrare i cardini di un film o quelli del romanzo più celebre di Dan Brown, il 'Codice da Vinci'. Ma è, invece, il filo conduttore della follia che a Roma, ha armato la mano di un giovane squilibrato di 25 anni che entrato nella chiesa di Santa Marcella ha quasi fatto una strage, ferendo al collo il parroco ed altre tre persone. Tutte accoltellate, tutte lasciate in una pozza di sangue. Uno dei feriti, lievemente, è uno dei poliziotti che hanno arrestato il giovane aggressore e che, per primo, ha sentito la sua voce mentre nel delirio diceva di essere l'Anticristo. Teatro della vicenda, che ha gettato nella paura una antica parrocchia della capitale, è stata una stanza accanto alla sagrestia di Santa Marcella, in via Girolamo Dandini, nel tranquillo ed elegante quartiere di San Saba. E' lì che Marco L. è entrato e dopo aver urlato cose incomprensibili si è scagliato contro Don Canio, 68 anni, e poi contro un parrocchiano che ha tentato di fermarlo, un ex prefetto di 77 anni. Ma la folle azione è proseguita anche fuori, nei giardini di fronte alla chiesa, dove ad essere ferita è stata una baby sitter peruviana di 37 anni, a passeggio con una bambina. Poi la furia di Marco L. si è indirizzata verso uno dei poliziotti dei Falchi della squadra mobile, ferito fortunatamente solo durante la colluttazione che ha preceduto l'arresto. Ed è stato lo stesso aggressore a dare una chiave di lettura al suo gesto: in tasca aveva tre biglietti con la scritta "questo è solo l'inizio 666" e nel suo appartamento la polizia ha trovato decine di scritti che accennano al "Codice da Vinci" e riferimenti al film trasmesso in tv ieri sera. Nonché riproduzioni dell'Ultima cena ed un documento che ne conteneva altri quattro: Le verità nascoste, Io l'Anticristo, Predizioni, L'apocalisse. Intanto il parroco e l'ex prefetto sono stati ricoverati in gravi condizioni al Cto di Roma. Il parroco è stato operato per sei ore ed è ora in coma farmacologico. Non è grave, invece, la donna peruviana ferita di striscio mentre il giovane accoltellatore tentava di fuggire. A descrivere i momenti di terrore vissuti nella parrocchia romana sono stati alcuni testimoni che hanno raccontato che il giovane "é entrato in un corridoio degli uffici della parrocchia chiedendo a don Canio le chiavi della macchina, ma a un suo tentennamento ha accoltellato lui e un parrocchiano colpendoli al volto e alle braccia. Abbiamo avuto molta paura, sembrava una mattanza".

Tratto da:
http://www.ansa.it/opencms/export/site/notizie/rubriche/altrenotizie/visualizza_new.html_764306544.html


Il cristianesimo è il male assoluto. Il nazismo è solo un aspetto del cristianesimo. Il macello di milioni di perone è l’attività del cristianesimo. Popoli in tutto il mondo soffrono per l’attività dei cristiani e le singole persone pagano un prezzo altissimo per sopravvivere dentro all’orrore che il cristianesimo ha imposto.
E il male assoluto conviene a politici che disprezzando la Costituzione inducono bambini a pensare che la Costituzione sia un privilegio del politico e non un suo dovere!
Quella persona, intanto, è sotto sedativi e i cattolici continuano a far del male alle persone.
Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo
P.le Parmesan, 8
30175 – Marghera Venezia
e-mail claudiosimeoni@libero.it

Nessun commento:

Posta un commento