LA VERITA'

La verità si divide in "verità di fede" e "verità di tortura". Della verità pura e semplice non frega niente a nessuno.

domenica 5 ottobre 2008

Ratzinger oggi ha aperto il sinodo dei vescovi cattolici.

Afferma Ratzinger in data 05 ottobre 2008:

"Nazioni un tempo ricche di fede e di vocazioni - ha detto Ratzinger - ora vanno smarrendo la propria identità, sotto l`influenza deleteria e distruttiva di una certa cultura moderna. Vi è chi, avendo deciso che 'Dio è morto', dichiara 'dio' se stesso, ritenendosi l`unico artefice del proprio destino, il proprietario assoluto del mondo. Sbarazzandosi di Dio e non attendendo da Lui la salvezza, l`uomo crede di poter fare ciò che gli piace e di potersi porre come sola misura di se stesso e del proprio agire. Ma quando l`uomo elimina Dio dal proprio orizzonte - si è domandato Benedetto XVI - è veramente più felice? Diventa veramente più libero? Quando gli uomini si proclamano proprietari assoluti di se stessi e unici padroni del creato, possono veramente costruire una società dove regnino la libertà, la giustizia e la pace? Non avviene piuttosto - come la cronaca quotidiana dimostra ampiamente - che si estendano l`arbitrio del potere, gli interessi egoistici, l`ingiustizia e lo sfruttamento, la violenza in ogni sua espressione? Il punto d`arrivo, alla fine, è che l`uomo - ha aggiunto il Papa concludendo il ragionamento - si ritrova più solo e la società più divisa e confusa".
Tratto da:
http://quotidianonet.ilsole24ore.com/2008/10/05/123032-papa_apre_sinodo_vescovi.shtml

L’affermazione è fatta all’apertura del sinodo dei vescovi.
Sono affermazioni che possono essere fatte soltanto nell’ambito privato della chiesa cattolica, quando vengono diffuse in ambito civile confondendo volutamente e ingannevolmente gli spettatori sovrapponendo la figura di Ratzinger come capo di uno stato straniero con quella del Ratzinger che appoggiato da varie strutture mafiose tenta di imporre la propria morale in disprezzo del dettato Costituzionale, ciò risulta offensivo ed ingiurioso nei confronti delle Istituzioni e della Società Civile.

Nazioni in cui i cristiani trafficavano in schiavi, stupravano bambini, costringevano le persone a recitate il loro credo bruciandole e minacciando di bruciarle, finalmente si sono liberate dal gioco dandosi norme diverse da quelle dettate dall’assolutismo monarchico di Ratzinger attraverso le Costituzioni della Repubblica o la Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo. Altre nazioni, come l’India e la Cina, registrano reazioni della popolazione per impedire ai cristiani di stuprare bambini, devastare le Istituzioni o aggredire le persone indifese.

Il problema non è se “dio è morto”, ma comprendere come l’imposizione del dio criminale descritto dalla bibbia dai cristiani sia stata solo una volgare truffa il cui scopo era distruggere gli Esseri Umani. L’Europa chiede che i cartomanti espongano la dichiarazione che non c’è nulla di “reale” o “scientifico” in quello che fanno; i cristiani dovrebbero esporre il cartello in cui si dice, almeno, “La creazione è un gioco e non c’è nulla di dimostrato come non c’è nulla di dimostrato in quanto vi spacciamo anche se da quanto spacciamo voi diventate dipendenti psicologicamente.” Un dichiarazione simile l’ha fatta la Corte Suprema degli USA.

Sbarazzandosi dell’illusione che un povero pazzo venga in quella generazione sulle nubi con grande potenza, l’uomo può agire per costruire il suo futuro. Un futuro fisico che ha i limiti della vita fisica, ma che nel viverlo pienamente e appassionatamente senza sottomissione è in grado di offrire l’eternità.
Senza il giogo della sottomissione di un criminale che ordina di scannare chi non si mette in ginocchio e senza gli eserciti o la polizia di stato che aiuta i cristiani a stuprare i bambini costringendoli in ginocchio davanti ad un crocifisso, l’uomo diventa più libero. Libero di gestire la propria vita e responsabile delle sue scelte! Scelte che sono sue e sottratte a quell’ignominia della “volontà di dio” dietro la quale i cristiani, e i cattolici in particolare, nascondono le peggiori perversioni e violenze che hanno commesso nella storia.
I cristiani estendono l’arbitrio del potere, l’egoismo e la violenza con cui costringono le persone in ginocchio e stuprano milioni di bambini, come i processi hanno dimostrato e il genocidio dei bambini Aborigeni, Canadesi, Indios, i bambini deportati dalla Gran Bretagna all’Australia, i bambini Italiani, hanno subito.
L’ingiustizia è imitazione del dio dei cristiani. Della sua onnipotenza e di quel delirio di onnipotenza che i cristiani impongono agli uomini: i genocidi di Hitler e di Stalin vanno imputati ai cristiani!

La violenza è quella dei cristiani! SEMPRE! Non solo nel Genocidio del Ruanda e delle suore e dei preti condannati, ma quella che avviene tutti i giorni contro la donna lungo la strada, contro l’operaio che cade dalle impalcature, contro il ragazzo che viene costretto a drogarsi, contro l’extracomunitario o il disoccupato che non è in grado di pagare il mutuo. Sono sempre violenze dell’onnipotenza dei cristiani!

I cristiani hanno imposto le nevrosi, il delirio da dipendenza, i sensi di colpa e la depressione. I cristiani hanno fatto violenza alle donne pretendendo di gestire il loro corpo. I cristiani fanno violenza per pretendere di gestire il diritto alla morte delle persone.

VIOLENZA! VIOLENZA!

Ratzinger e il suo dio conoscono solo la violenza quale frutto di un delirio di onnipotenza che li porta a dire: “Muoia Sansone con tutta la società civile”.

E perché la società civile dovrebbe tollerare le profferte di odio e di razzismo di Gesù contro i Farisei?
Non esiste una sola azione dei Farisei che sia censurabile; non esiste una solo idea dottrinale dei Farisei che Gesù possa criticare. Gesù fa solo affermazioni di odio e di disprezzo per le persone che non vogliono mettersi in ginocchio davanti a lui. GESU’ PRATICA IL PIU’ BECERO RAZZISMO E INCITAMENTO ALL’ODIO NEI CONFRONTI DEI FARISEI!

Si!
L’uomo può davvero essere più libero senza la violenza e l’odio sociale con cui i cristiani impongono il dio padrone. L’uomo può essere più libero e più felice senza il dio padrone dei cristiani.
Una felicità che l’uomo dovrà ancora conquistare vista la ferocia con cui i cristiani impongono il loro dio in disprezzo del dettato Costituzionale e quanta violenza le persone subiscono per quell’imposizione.
Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo
P.le Parmesan, 8
30175 – Marghera Venezia
e-mail claudiosimeoni@libero.it

Nessun commento:

Posta un commento