LA VERITA'

La verità si divide in "verità di fede" e "verità di tortura". Della verità pura e semplice non frega niente a nessuno.

mercoledì 28 gennaio 2009

Cattolicesimo, la famiglia come associazione per delinquere, la Costituzione della Repubblica e Giorgio Napolitano!

La famiglia modello Ratzinger è un’associazione a delinquere.
I suoi crimini sono feroci ed efferati.
Proprio per mantenere questa organizzazione della famiglia, che aveva un senso nell’organizzazione sociale di Roma Antica, ma che oggi appare come un’organizzazione criminale rispetto alla società attuale, Ratzinger sta ricattando la società civile senza che questa lo consideri responsabile dei delitti che avvengono nella famiglia.
Riporto un recente articolo.

La famiglia uccide più della mafia
Presentato il libro choc

Esposto a Verona lo studio dell'Osservatorio nazionale sulla violenza domestica secondo il quale in Italia la famiglia uccide più della mafia. Uno studio che racconta di un mondo di soprusi che spesso non viene nemmeno alla luce perché chi subisce, quasi sempre donne, tende a non denunciare.
26/01/2009
Verona. In Italia la famiglia uccide più della mafia: la media è un morto ogni due giorni, 1.300 vittime tra le mura domestiche negli ultimi sei anni. È uno dei dati drammatici contenuti nel volume «Violenza domestica», che presenta riflessioni, riferimenti e dati raccolti dall’Ispesl, l’Istituto per la prevenzione e la sicurezza del lavoro, in collaborazione con l’Università di Verona. Il libro è stato presentato oggi a Verona, nel Palazzo Scaligero, sede della Provincia. «Questo studio - spiega Marina Bacciconi, responsabile dell’Osservatorio nazionale sulla violenza domestica - offre anche istruzioni per l’uso. Vuole essere uno strumento agile per l’utilizzo quotidiano, da un lato, e dall’altro per affrontare in maniera seria il problema, sia sotto il profilo preventivo, che del contrasto». Un mondo di soprusi, più o meno gravi, che spesso non vengono alla luce, perchè le vittime, per prime, non li vogliono denunciare. Il prefetto di Verona Italia Fortunati ha sottolineato che «uno dei principali problemi della ricerca sulla violenza intrafamiliare, proprio al fine delle comprensione del fenomeno, resta quello della valutazione della sua dimensione, anche il relazione alla grande incidenza del numero oscuro». Sugli abusi familiari influiscono carenze di controllo, ma anche questioni legislative e difficoltà nei rappporti fra le istituzioni, «però con questa pubblicazione - spiega la presidente della Commissione regionale Pari Opportunità, Simonetta Tregnago - arriva un segnale importante della capacità fare squadra. Finalmente si cominciano a sensibilizzare le istituzioni a fare rete, stimolo fondamentale, ma lo è anche il coinvolgimento dell’opinione pubblica, e si coordina lo sforzo».


Tratto da:
http://www.larena.it/dossiers/Comunit%C3%A0/49/96/26329/


Ratzinger sta alimentando la delinquenza nella società civile. Nemmeno chi è delegato nelle Istituzioni a salvaguardare i valori Costituzionali non risponde.
La famiglia come un’organizzazione criminale fortemente voluta dalla chiesa cattolica che bolla e criminalizza ogni altra forma di convivenza e solidarietà civile che possa liberare le persone dai crimini che sono costretti a subire nelle famiglie.
Riporto le farneticazioni offensive di Ratzinger alle quali il Presidente della Repubblica si è ben guardato dal rispondere come se la nostra Costituzione fosse n qualche cosa che non gli riguarda:


18/01/2009 - 11.40
FAMIGLIA: PAPA, NON CONFONDERE CON ALTRE FORME DI CONVIVENZA


(IRIS) - ROMA, 18 GEN - "Per la sua funzione sociale essenziale, la famiglia ha diritto a vedere riconosciuta la propria identità e a non essere confusa con altre forme di convivenza" Benedetto XVI, in un videomessaggio inviato all'Incontro Mondiale delle Famiglie, ribadisce la funzione della famiglia. "E' necessario pertanto promuovere una cultura e una politica della famiglia che siano determinate con l'aiuto delle famiglie stesse che si organizzano" aggiunge il Papa. "Per questo invito a unirsi alle associazioni che promuovono l'identita' e i diritti della famiglia seguendo ima visione antropologica coerente con il Vangelo, cosi' come invito queste associazioni a coordinarsi tra loro perche' l'azione sia piu' incisiva Lavorare per la famiglia - ricorda il Papa teologo - e' lavorare per il futurto degno e luminoso dell'umanità" e per l'edificazione del Regno di Dio" spiega Papa Ratzinger.

Tratto da:
http://www.irispress.it/Iris/page.asp?VisImg=S&Art=18392&Cat=1&I=null&IdTipo=0&TitoloBlocco=Italia&Codi_Cate_Arti=18

Si comprende come Ratzinger vuole mantenere le condizioni sociali che gli permettono di ottenere un morto ogni due giorni e 1300 vittime negli ultimi due anni all’interno del suo modello familiare. Non si comprende come Il Presidente della Repubblica che dovrebbe salvaguardare il diritto Costituzionale sposi con così tanta leggerezza le tesi ella monarchia assoluta di Ratzinger offendendo le aspettative dei cittadini.
28 gennaio 2009
Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo
P.le Parmesan, 8
30175 – Marghera Venezia
Tel. 3277862784
e-mail claudiosimeoni@libero.it

Nessun commento:

Posta un commento