LA VERITA'

La verità si divide in "verità di fede" e "verità di tortura". Della verità pura e semplice non frega niente a nessuno.

sabato 24 gennaio 2009

Obama e le strategie vincenti in economia

Provate a mettervi nei panni di Obama. Provate a pensare di dover far partire un’economia distrutta come quella USA che ha portato alla distruzione dell’economia mondiale.
Da cosa partire?
Da dove iniziare?
In questo momento sono tre le azioni che ha fatto Obama in favore dell’economia: la scelta dei tre preti cristiani che hanno celebrato all’inizio e la fine del suo giuramento; la chiusura di Guantanamo; e lo sblocco dei finanziamenti federali alle OGN impegnate sulla pianificazione famigliare che, aiutando le donne sia nell’uso dei preservativi che dell’aborto, le aiutano a riprendere il controllo del proprio corpo.

Altre azioni sono state fatte da Obama, molto significative: l’onore delle armi al vecchio Fidel Castro; l’impegno a parlare (sia pur a denti stretti e con tutte le diffidenze possibili) con l’Iran, anziché minacciarlo con missili e bombardamenti come ha fatto Bush e Berlusconi; riaffermare il ruolo dell’ONU e il sostegno USA all’ONU.

Chi ha sempre puntato sull’uomo e la sua dignità si è visto spesso tradito ed usato per fini diversi da quelli di liberalizzazione e di libertà dichiarati da vari intrallazzatori politici.
Spesso la sensibilità sociale e la partecipazione politica è sempre stata spacciata per debolezza: gli illusi da far fessi.
Eppure, in tutti i momenti di crisi economica, questa sensibilità è l’unico potere al quale fare appello quando gli intrallazzatori politici ed economici hanno distrutto la ricchezza di un paese. Quando gli intrallazzatori politici ed economici hanno distrutto quello che i lavoratori hanno accumulato, gli intrallazzatori sono pronti a fare appello al senso sociale per “pararsi il culo”.

Eppure, Obama ha fatto una cosa che prima di lui nessuno aveva fatto o provato a fare: ha allontanato e limitato le attività dei lobbisti. Quei personaggi che avevano sempre le porte aperte alla casa bianca e che con regali e favori imponevano, spesso, politiche in contrasto con la Costituzione degli USA.

Perché sono importanti quelle quattro azioni fatte da Obama?

Proviamo ad analizzare il ruolo nella società di questi tre preti e, notiamo subito, che nessuno di loro è cattolico.
I preti cattolici non sono presenti alla celebrazione dell’insediamento di Obama nonostante che il vice presidente sia un cattolico.

Tutti e tre i preti cristiani rappresentano istanze sociali:

1) il prete anglicano dichiaratamente gay che per poco non spinse la chiesa anglicana verso lo scisma:

Un vescovo episcopale apertamente gay sulla scalinata del Lincoln Memorial a Washington: il reverendo Gene Robinson, la cui ordinazione cinque anni fa spinse la Chiesa Anglicana verso lo scisma, pronuncera' la preghiera che domenica prossima, alla presenza di Barack Obama, dara' il via ai festeggiamenti dell'Insediamento.
62 anni, divorziato, padre di due figlie e due volte nonno, Robinson fu consacrato tra forti polemiche nel 2003 vescovo del New Hampshire e l'anno scorso ha celebrato l'unione civile con Mark Andrews, l'uomo che da 19 anni e' il suo compagno di vita.

2) Il prete evangelico conservatore, ferocemente antigay, antiaborto, conservatore ma con una nuova attenzione all’ambiente, alla lotta all’AIDS e favorevole ad aiuti per il terzo mondo:

il presidente eletto ha affidato a Rick Warren, un predicatore evangelico conservatore, la tradizionale «invocazione a Dio» al giuramento del 20 gennaio.
Warren si è auto-nominato l'erede di Billy Graham, il pastore-profeta dei presidenti Usa, ed è innegabilmente la figura religiosa più popolare negli Stati Uniti dopo il Papa. Autore di un manuale di salvezza spirituale venduto in decine di milioni di copie ('Come dare scopo alla Vità) e in 30 paesi del mondo, il predicatore della megachiesa Saddleback nella Orange County raduna ogni domenica oltre ventimila fedeli. Il suo messaggio è 'evangelico soft', con un'enfasi (nuova per i conservatori) sugli aiuti al Terzo Mondo, la lotta all'Aids, l'ambiente. Quanto ad aborto e nozze omosessuali, Warren però non transige.

3) Una donna prete di una piccola chiesa USA in aperto contrasto con le posizioni tradizionaliste cristiane:

Lo stesso impegno al dialogo ha indotto Obama ad un altro gesto di apertura e integrazione: il 21 gennaio sara' una donna prete, la reverendo Sharon Watkins, a pronunciare la predica del National Prayer Service, il tradizionale appuntamento interconfessionale che chiude il calendario dell'insediamento.La Watkins e' la presidente di una piccola chiesa protestante, la Disciples of Christ, che raccoglie 700 mila fedeli: e' la prima volta nella storia americana che a una donna viene affidato il sermone del National Prayer Service in programma nel primo giorno della nuova presidenza nella Cattedrale Nazionale di Washington.

E i cattolici?
Sono quelli che negli USA hanno stuprato migliaia di bambini!
Davvero il Vaticano pensa che gli USA se ne siano dimenticati?

Per far ripartire la società civile, riattivare le istanze sociali, è necessario che chi ha fatto danni alla società e, in particolare, al suo futuro sia emarginato.
Dal momento che Obama non ha voluto qualificarsi come ateo o laico, ha comunque mandato un segnale forte a tutto il mondo cristiano USA: i cattolici sono emarginati in quanto i cattolici sono dei criminali feroci.
Isolare il cattolicesimo, negli USA, come in Italia, è il primo stimolo per rivitalizzare la società civile.

Il secondo segnale è il rispetto della Costituzione da parte delle Istituzioni. Una cosa che sia Bush che Berlusconi hanno sempre aggredito.
Chiudere Guantanamo è un segnale forte in questo senso, come lo è il ritorno alla centralità dell’ONU.
Per chiudere Guantanamo serve rispondere a molte domande:
Per che cosa sono detenute quelle persone?
Con che accuse?
Come possono essere processate?
A quale paese debbono essere affidate oppure devono essere semplicemente liberate?
Tutto deve essere ricondotto nella legalità democratica non del terrore con cui si vuole processare delle intenzioni.
Il detenuto liberato che è andato con Osama Bin Laden, ha scelto di farlo dopo aver subito il terrore di Guantanamo? Ha scelto giustizia in contrapposizione al terrore e all’ingiustizia di Guantanamo? Una democrazia persegue un eventuale reato consumato, non l’intenzione. Il fascismo persegue l’intenzione degli individui per preservare sé stesso!


Il terzo segnale sono lo sblocco dei finanziamenti alle ONG che assistono la pianificazione familiare anche con l’aborto e i contraccettivi sia nel terzo mondo che negli USA.
A differenza delle farneticazioni dei cattolici, non si tratta di finanziare l’aborto, ma si tratta di finanziare quel principio democratico SACRO per il quale le donne sono le PADRONE del proprio corpo in ogni trasformazione della loro esistenza.
Si tratta di stabilire il valore dei principi della democrazia che se da un lato rendono sacra la decisione della donna di abortire, dall’altra rendono sacra la decisione della donna di non abortire.
E’ la decisione personale che è SACRA, non il suo contenuto.


Queste tre azioni sono state fatte da Obama.
E sono segnali importanti dai quali dipende la riuscita della ripresa economica. Solo la prospettiva di un futuro che si apre nella libertà degli individui è in grado di aprire ad una rivitalizzazione dell’economia.
Finché i principi di libertà vengono traditi e derisi da persone che ritengono che il diritto alla praivacy sia un diritto a delinquere senza essere scoperti; il diritto di parola sia quello di insultare e denigrare; insultano il diritto di parola accusando le critiche di essere insulti; usano il diritto al lavoro per licenziare, circattare, spacciare eroina e costruire miseria; usano il diritto alla libertà religiosa per stuprare bambini costringendoli in ginocchio a pregare; ogni provvedimento di rifinanziamento dell’economia è destinato a fallire. Perché è un rifinanziamento del terrore e non di un’economia che agisce in gunzione dell’uomo. Che serve rifinanziare le banche se ai banchieri viene concesso di rapinare con l’inganno le famiglie senza che queste si possano difendere?
Tre scelte di Obama sono scelte fondamentali per costruire il futuro degli USA e del mondo intero.
L'economia è fatta dagli uomini e per gli uomini: se gli uomini vivono in una società galera, l'unica economia a cui pensano è quella della cella, non quella del mondo.

Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo
P.le Parmesan, 8
30175 – Marghera Venezia
Tel. 3277862784
e-mail claudiosimeoni@libero.it

Nessun commento:

Posta un commento