LA VERITA'

La verità si divide in "verità di fede" e "verità di tortura". Della verità pura e semplice non frega niente a nessuno.

domenica 29 marzo 2009

La chiesa cattolica manifesta per garantirsi il diritto all'omicidio delle donne.

Ancora una volta la chiesa cattolica manifesta per garantirsi il diritto di ammazzare le donne.
Dopo aver imposto alle donne il parto con dolore. Dopo aver macellato le levatrici in favore dell’ordine dei medici controllato dalla chiesa cattolica, continua la campagna criminale della chiesa cattolica in favore del genocidio delle donne e contro il loro diritto a gestire il loro corpo. La chiesa cattolica, ferocemente nemica ella Dichiarazione universale dei Diritti dell’Uomo vuole sottrarre le persone dal diritto di gestire la propria vita per costringerle nel campo di sterminio imposto dal suo dio e dai suoi vicari.
L’odio dei cattolici contro la vita che non accetta di sottomettersi al loro dio assassino è ogni giorno più feroce e violenta. Quando le persone determinano la loro vita, cercano la felicità, per la chiesa cattolica, che vive imponendo sofferenza e dolore ad imitazione del suo dio, stanno cercando di aggredire al suo potere e al potere del suo dio.
E’ vergognoso!
Riporto dall’AGI:

SPAGNA:
MIGLIAIA IN PIAZZA CONTRO DEPENALIZZAZIONE ABORTO


(AGI) - Madrid, 29 mar. - Decine di migliaia di spagnoli hanno invaso le strade di Madrid per protestare contro il progetto di legge del governo socialista di Jose' Luis Rodriguez Zapatero che vuole depenalizzare l'aborto in Spagna. I manifestanti si sono raccolti davanti alla sede del ministero delle Pari opportunita', cui e' affidata la stesura della legge. Da li' il corteo si e' mosso verso il Parlamento. "Non c'e' nessun diritto di uccidere, c'e' il diritto alla vita" e ""Donne si', aborto no" erano tra gli striscioni che guidavano il corteo durante il quale i manifestanti hanno piu' volte chiesto le dimissioni del ministro delle Pari opportunita', Bibiana Aido. Secondo gli organizzatori - per la maggior parte movimenti cattolici - i manifestanti erano circa 500mila. In Spagna l'aborto fu depenalizzato nel 1985, ma solo per certi casi: entro 12 settimane di gravidanza in caso di violenza sessuale; entro 22 settimane se il feto presenta malformazioni; senza limiti se la gravidanza rappresenta una minaccia per la salute fisica e mentale della madre. La riforma proposta dal governo prevede una depenalizzazione nelle prime 14 settimane e la possibilita' di ricorrere all'interruzione di gravidanza fino alla 22ma settimana in caso di malformazione del feto e di rischio psicofisico per la madre. Inoltre, si vorrebbe eliminare l'obbligo di esibire il consenso dei genitori per le minorenni che hanno compiuto il sedicesimo anno di eta'.

Tratto da:
http://www.agi.it/ultime-notizie-page/200903291741-pol-rom1064-art.html


Questa voglia di massacrare le persone che Bagnasco ha espresso anche in epoca recente aggredendo la Francia per le questioni del preservativo e aggredendo Obama per la questione delle staminali e del diritto degli omosessuali a gestire la loro vita, è quanto di più odioso ed offensivo si possa assistere.
L’odio della chiesa cattolica per le persone è pari all’odio del suo dio per il genere umano. Un odio che spinge al genocidio. Al massacro delle persone indifese. Allo stupro dei bambini e al traffico di schiavi.
Per rivendicare il diritto al genocidio del genere umano, oggi, i cattolici hanno manifestato in Spagna. Hanno manifestato contro la società civile e contro il diritto delle persone di gestire il loro corpo e la loro vita.

Marghera, 29 marzo 2009
Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo
P.le Parmesan, 8
30175 – Marghera Venezia
Tel. 3277862784
e-mail claudiosimeoni@libero.it

Nessun commento:

Posta un commento