LA VERITA'

La verità si divide in "verità di fede" e "verità di tortura". Della verità pura e semplice non frega niente a nessuno.

giovedì 30 aprile 2009

La miseria morale di Salomone nei Proverbi della bibbia e l'odio per le persone di ebrei e di cristiani.

L’odio dei cristiani per le persone ha origine nella bibbia cristiana.
Una dimostrazione dell’odio dei cristiani per le persone che vogliono vivere, cercare la loro libertà, la troviamo nei proverbi di Salomone. Quei Proverbi fonte di crimini e di delitti.
Dei delitti di Salomone e del suo odio per le persone, una posizione particolare hanno le quattro cose insopportabili.
Sono una traccia dell’odio per la vita degli uomini. La loro riduzione a categorie in cui vengono privati della dignità umana

Le quattro persone insopportabili per i cristiani:

Tre cose fanno tremare la terra,
anzi quattro che non può sopportare:

Uno schiavo che diventi re,

Uno stolto che sguazza nella ricchezza,

Una giovane spregevole che trova marito,

Una schiava che soppianta la padrona.

Proverbi 30, 21-23


Il che significa che ebrei e cristiani non sopportano:

Non sopportano lo schiavo che conquista la sua libertà: una libertà tale da diventare re.

Non sopportano chi pur non essendo della loro religione vive nel benessere e non è ridotto in miseria.

Non sopportano la donna che vive la propria sessualità senza essere trasformata in un oggetto di possesso.

Non sopportano l’intelligenza e la determinazione della donna povera che scali la gerarchia sociale.

Questi principi guideranno il comportamento morale dei cristiani e saranno soppiantati dalle Costituzioni occidentali.
Altro che saggio l’estensore di questi proverbi. Era un criminale sociale che aveva in odio l’umanità.
Forse è per questo che gli ebrei non sopportano che i Palestinesi possano vivere una vita dignitosa.

01 maggio 2009
Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo
P.le Parmesan, 8
30175 – Marghera Venezia
Tel. 3277862784
e-mail claudiosimeoni@libero.it

Nessun commento:

Posta un commento