LA VERITA'

La verità si divide in "verità di fede" e "verità di tortura". Della verità pura e semplice non frega niente a nessuno.

mercoledì 22 aprile 2009

Ratzinger, la cupidigia, e la creazione della cupidigia ad opera del dio cristiano.

Se l’uomo fosse stato creato dal dio padrone a sua immagine e somiglianza, dal momento che il dio della bibbia pretende la sottomissione, certamente avrebbe creato anche l’egoismo con cui danneggiare le società degli Esseri Umani. Ma il dio padrone non ha creato nessuno, in compenso, chi adora il dio padrone, attraverso l’educazione, impone l’ideologia della rapina, dell’onnipotenza delirante. Questa crisi è stata voluta dal cristianesimo. Bush si preoccupava di scatenare guerre di religione in Iraq, anziché controllare la sua economia: ci pensava il dio padrone. Lui era un rinato! Lo stesso vale per Blair che faceva del cattolicesimo il fondamento della sua morale politica. Lo stesso vale per Berlusconi. Berlusconi si sentiva forte per la presenza del suo amico Bush; Bush si sentiva forte perché anche Berlusconi lo aveva appoggiato in Iraq convinto della presenza delle armi di distruzione di massa. Così i cristiani ai vertici della finanza applicavano i dettami del dio cristiano nell’illusione che i prezzi delle case levitassero in continuazione alimentando una bolla speculativa nell’edilizia giustificata soltanto dalla speranza nell’intervento della divina provvidenza.
Per questo motivo le dichiarazioni di ratzinger, da un lato fanno ridere, dall’altro producono rabbia per il disastro che i cristiani hanno prodotto.
Riporto:


2009-04-22 14:04
Papa, cupidigia radice tutti i mali
Sant'Ambrogio, avidita' dei ricchi anche in anime monaci

(ANSA) - CITTA' DEL VATICANO, 22 APR - La crisi economica mondiale che stiamo vivendo dimostra che la cupidigia e' la radice di tutti i mali, ha detto il Papa. La denuncia del santo padre nella udienza generale in piazza San Pietro. Illustrando la figura di sant'Ambrogio Autperto, monaco dell'VIII secolo e autore di un trattato sui vizi, Benedetto XVI ha osservato che Ambrogio denunciava come la 'avidita' dei ricchi e dei potenti nella societa' del suo tempo esistesse anche all'interno della anime dei monaci'.

Tratto da:
http://www.ansa.it/site/notizie/awnplus/italia/news/2009-04-22_122330864.html

Non esiste “l’avidità dei ricchi” se distinta dall’avidità dell’onnipotenza del cristiano che si identifica col suo dio padrone. Il cristiano manca di rispetto per il mondo in cui vive, ignora l’immenso sconosciuto che lo circonda e vive questa sorte di onnipotenza che lo acceca davanti alle trasformazioni del suo presente.
Tremonti ha affermato che la situazione economica è tale da non richiedere più la lettura dei libri economici, ma la lettura della Bibbia:
"Allora Elia ordinò: "Prendete i profeti di Baal: non ne scampi nemmeno uno!" Essi li presero. Poi li fecero scendere presso il torrente Cison, dove li sgozzò."
I Re 18, 40
Non è che, per caso, Tremonti si identifica con Elia?

23 aprile 2009
Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo
P.le Parmesan, 8
30175 – Marghera Venezia
Tel. 3277862784
e-mail claudiosimeoni@libero.it

Nessun commento:

Posta un commento