LA VERITA'

La verità si divide in "verità di fede" e "verità di tortura". Della verità pura e semplice non frega niente a nessuno.

sabato 13 giugno 2009

Ratzinger e la nuova enciclica con cui continuare a legittimare il traffico di schiavi e il ladrocinio nei confronti delle società


Dunque Ratzinger si appresta a pubblicare un’enciclica che riguarda l’economia e il lavoro.
Dice Ratzinger alla conferenza di banchieri, capitani d’industria e tanti piccoli padroni ad immagine e somiglianza del suo dio padrone:


“Come sapete, verrà prossimamente pubblicata la mia Enciclica dedicata proprio al vasto tema dell'economia e del lavoro: in essa verranno posti in evidenza quelli che per noi cristiani sono gli obbiettivi da perseguire e i valori da promuovere e difendere instancabilmente, al fine di realizzare una convivenza umana veramente libera e solidale”

E’ offensivo Ratzinger quando parla ai banchieri dicendo che bisogna essere solidali nel trafficare in schiavi e poi agli schiavi dice come devono essere obbedienti ai loro padroni.

Promette a Lorenzo Rossi di Montelera un’enciclica che venga a parlare di come i poveri devono essere solidali con i loro padroni e come i valori e le regole, che i padroni devono rispettare, sono quelle della centralità del suo dio padrone.

Che altro può fare, nella sua enciclica, Ratzinger se non ribadire l’odio e il disprezzo per la società civile già ribadito dal criminale Pietro e dal criminale Paolo di Tarso che tanto sangue e tanto odio hanno seminato nelle società civili? Odio e disprezzo nei confronti delle Costituzioni occidentali e dei diritti dell’uomo proclamati dalla Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo?

Può forse Ratzinger dare del delinquente a Pietro quando nella sua lettera dice:

“Servi siate sottomessi con ogni rispetto ai vostri padroni, non solo a quelli che sono buoni o ragionevoli, ma anche a quelli di carattere intrattabile. poiché piace a dio che si sopportino afflizioni per riguardo verso di lui, quando si soffre ingiustamente. infatti che gloria vi è nel sopportare di essere battuti, quando si ha mancato? Ma se voi, pur avendo agito rettamente, sopportate sofferenze, questo è gradito davanti a dio. Anzi è appunto a questo che voi siete stati chiamati, perchè Cristo pure ha sofferto per voi, lasciandovi un esempio affinché ne seguiate le orme.” I Pietro 2, 18-21

Oppure quando il criminale paolo di tarso dice:


“Schiavi, obbedite in ogni cosa ai vostri padroni secondo la carne, non solo quando vi vedono, come per piacere agli uomini, ma con sincerità di cuore, per timore del signore. tutto quello che fate, fatelo di cuore, come per il signore e non per gli uomini, sapendo che riceverete in ricompensa l’eredità dalle mani stesse di dio. E’ a cristo signore che voi servite. Chiunque, invece, commette ingiustizia, commetterà secondo l’ingiustizia commessa: non vi sarà accettazione di persone.” Paolo di Tarso, lettera ai Colossesi 3, 22-25


Sarebbe bene che Ratzinger li condannasse. Invece traffica in schiavi per sottometterli a Lorenzo Rossi di Montelera.
Cosa può dire Ratzinger quando il suo stesso Gesù parla delle ricchezze inutili perché tanto sta arrivando la fine del mondo e lui deve arrivare sulle nubi con grande potenza mentre le stelle cadranno sulla terra? Lui che pretende che gli uomini rinuncino al benessere in suo favore: come i banchieri chiedono alle persone di rinunciare la loro benessere a favore della loro banca.

La crisi economica è stata fatta dall’arroganza del cristianesimo. Dall’applicazione dei principi cristiani. Principi che considerano dei valori il rubare, la truffa, il traffico di schiavi, la distruzione del pianeta, la costruzione della miseria sociale, lo spaccio dell’eroina, l’esaltazione del genocidio dei campi di sterminio sia nazisti che cattolici (come se poi ci fosse differenza).
Può Ratzinger condannare lo IOR?
Può condannare Calvi o la P2 e Berlusconi?
Può condannare la mafia quando concede onori a De Petris della banda della Magliana solo per i suoi rapporti mafiosi e finanziari con Marcinkus?

La chiesa cattolica è l’organizzazione che ha costruito la povertà e la miseria per imporre il suo dio.
La chiesa cattolica è la maggiore spacciatrice di eroina e, per giunta, si finanzia anche con i finti centri di recupero dei tossicodipendenti in cui i ragazzi vengono stuprati: come nel caso di don Gelmini o ammazzati, come nel caso di san Patrignano.
La chiesa cattolica è la maggiore costruttrice di miseria mediante le orde criminali di missionari in Africa e la maggiore organizzazione di stupro di minori come i processi USA hanno dimostrato e come il rifiuto di condannare il Gesù di Nazareth, arrestato col bambino nudo, stanno a dimostrare.
I valori della chiesa cattolica consistono in rubare, truffare, raggirare, danneggiare la società civile. Sono i valori cristiani che hanno costruito i derivati e i titoli spazzatura. Sono i valori cristiani che hanno costruito milioni di disoccupati.
La chiesa cattolica è la MAGGIORE ORGANIZZAZIONE FINANZIARIA DEL MONDO!
Una vera e propria macchina che rastrella denaro impedendo alle persone di raggiungere delle migliori condizioni di vita.

Suonano ridicole e offensive le parole di Ratzinger che dicono:

«la libertà nel settore dell'economia deve inquadrarsi in un solido contesto giuridico che la metta al servizio della libertà umana integrale, una libertà responsabile il cui centro è etico e religioso»

Che tradotto significa:

“la libertà della chiesa cattolica nel settore dell’economia deve essere garantito da un solido contesto giuridico che metta al servizio della chiesa cattolica la “libertà umana”. Una “libertà umana” trasformata in schiavitù mediante una responsabilità (che noi imponiamo mediante delle leggi che ci sono favorevoli) al cui centro c’è il dio padrone e io, Ratzinger, e tutti voi, cari banchieri, come rappresentanti del dio padrone.”

Non vi preoccupate, come i politici aiutano la chiesa cattolica a derubare i cittadini, così altri politici saranno sollecitati a continuare ad affiancare la chiesa cattolica per continuare a garantirgli la rapina nei confronti dei cittadini italiani.
13 giugno 2009
Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo
P.le Parmesan, 8
30175 – Marghera Venezia
Tel. 3277862784
e-mail claudiosimeoni@libero.it

Nessun commento:

Posta un commento