LA VERITA'

La verità si divide in "verità di fede" e "verità di tortura". Della verità pura e semplice non frega niente a nessuno.

domenica 4 ottobre 2009

Pedofilia all'asilo La Loggia-Torino: la Corte di Cassazione conferma le condanne. I depistaggi dei cattolici!

La Corte di Cassazione ha confermato la condanna per gli abusi sessuali perpetrati nell’asilo cattolico di La Loggia.
Per Valerio Apolloni, presidente dell’ente, e Vanda Ballario, direttrice dell’istituto (all’epoca dei fatti) la condanna è stata confermata.
La condanna definitiva della Corte di Cassazione arriva nell’ottobre del 2009 per una vicenda di violenza sessuale all’asilo che inizia nel ottobre del 2001 con l’arresto dei due. Otto anni!
Dopo otto anni la Corte di Cassazione mette il tassello definitivo sulla vicenda.
Condanna gli imputati all’infamia permanente, non solo alla pena giudiziaria.
Dal momento dell’arresto alla condanna definitiva ci sono otto anni di azione degli imputati che, supportati da Istituzioni complici, hanno aggredito chiunque chiedesse giustizia per le violenze come all’asilo di Brescia o all’asilo di Rignano Flaminio. Nelle scuole materne in cui si violentano i bambini, si trova sempre qualcuno che depista le indagini per tentare di costruire impunità per i violentatori.
Le persone che hanno subito violenza sono state ulteriormente violentate da forme di propaganda che le accusavano di falsi. E le Istituzioni spesso hanno favorito questi comportamenti:

http://www.dalpaesedeibalocchi.com/?p=3637

oppure:

http://www.dalpaesedeibalocchi.com/?page_id=52

Scrive l’Ansa:

2009-10-02 16:31
Abusi in asilo del torinese, Cassazione conferma due condanne
A La Loggia nel 2001. I due educatori si proclamano innocenti

(ANSA) - TORINO, 2 OTT - La Corte di Cassazione ha confermato in via definitiva due condanne per molestie sessuali su bambini che frequentavano un asilo a La Loggia. Per Valerio Apolloni, all'epoca dei fatti presidente dell'ente di gestione della struttura, e Vanda Ballario, direttrice, la pena e' di due anni e dieci mesi di reclusione, in parte gia' scontati per effetto di un periodo di custodia cautelare. La vicenda risale al 2001. Ai due educatori hanno sempre respinto ogni accusa.(ANSA).
Tratto da:
http://www.ansa.it/site/notizie/regioni/piemonte/news/2009-10-02_102392022.html


Ma come depistarono le indagini? Come la stampa insinuò dubbi sulla loro attività a delinquere? Come i cattolici si difendono dalle accuse di reato?
Come sono coinvolti i parroci che, di fatto, sono coloro che costringendo i bambini in ginocchio davanti al crocifisso sono mandanti, complici e spesso esecutori, non solo di violenze psicologiche che impongono la dipendenza dei bambini nell’idea del dio padrone e creatore, ma anche di violenza sessuale (come normale continuità).
Dall’archivio storico riprendo l’articolo di allora del Corriere della Sera che ci descrive la violenza dei cattolici sulle persone fragili ed indifese per depistare le indagini.

L' accusa è di violenza sessuale
Pedofilia all' asilo.
Direttrice e presidente arrestati a Torino

L' accusa è di violenza sessuale Pedofilia all' asilo Direttrice e presidente arrestati a Torino
TORINO - Una brutta storia di sesso si sarebbe verificata in un asilo alle porte di Torino. Scene boccaccesche a cui avrebbero assistito e in un caso, pare, anche partecipato alcuni piccoli ospiti della scuola, un' antica istituzione di ispirazione cattolica. Protagonisti il giovane presidente del consiglio di amministrazione dell' asilo e la direttrice. Entrambi sono stati arrestati con la grave accusa di violenza sessuale, ma negano ogni addebito e in paese molti li difendono. È accaduto a La Loggia, a una decina di chilometri da Torino. Teatro delle presunte violenze la scuola materna privata «Bovetti», un' Ipab (Istituzione pubblica di assistenza e beneficenza), fondata più di cento anni fa e retta da un consiglio di amministrazione di cui fa parte anche il parroco, don Dante Ginestrone. La presiede Valerio Apolloni, 29 anni, che vive con i genitori. La dirige una donna di 38 anni, Valla Ballario, sposata e separata. Quindici giorni fa la tranquilla vita dell' asilo entra nel mirino della polizia. Dal capo della squadra mobile di Torino si presentano due genitori. Hanno raccolto il racconto dei loro figli. Si parla di rapporti intimi tra presidente e direttrice, in un caso vi sarebbe stato anche il coinvolgimento di una allieva. La squadra mobile avvia gli accertamenti, compie i passi necessari per verificare con scrupolo le parole dei bambini. Il rischio è di prendere per vere quelle che potrebbero essere fantasie. Viene chiesto l' intervento del tribunale per i minori e degli psicologi. Alle parole si sarebbe però aggiunto anche un certificato medico che confermerebbe il racconto di una bimba. Per il pm Marco Bouchard ci sono elementi sufficienti per chiedere l' arresto di presidente e direttrice che sarebbero amanti e complici nelle violenze. Ieri sono comparsi davanti al gip che ha confermato l' arresto. Sono nel carcere torinese delle Vallette. L' arresto suscita clamore a La Loggia. Il parroco, don Dante, non fa commenti, ma in molti si schierano dalla parte del presidente e della direttrice. Qualcuno tira fuori una storia di rivalità nel consiglio di amministrazione dell' asilo. Il presidente sarebbe stato inviso a un altro membro del consiglio che aspirava a prendere il suo posto: «Da tempo diceva che Apolloni aveva strane tendenze - afferma una donna - ma sono maldicenze». L' asilo ha quattro classi, tutte insegnanti donne e circa 80 allievi: «Una scuola modello - dice una mamma - la direttrice, poi, ha doti umane non comuni». Gli inquirenti mostrano ancora molta cautela e presidente e direttrice respingono le accuse. Negano anche di avere una relazione sentimentale. Il loro avvocato, Nadia Garis, dice: «Non creiamo prematuramente dei mostri». Edoardo Girola I precedenti LUGLIO 2001 Un funzionario romano del ministero dei Trasporti, viene rinchiuso nel carcere di Bergamo con l' accusa di atti sessuali su minori per aver adescato su Internet una ragazzina di 13 anni GIUGNO 2001 A Roma sei persone vengono arrestate per pedofilia dopo l' accusa di una bambina di dieci anni: in manette finisce anche un chirurgo del Policlinico Gemelli e il sacrestano della basilica Santa Maria Maggiore
Girola Edoardo
Pagina 18
(28 ottobre 2001) - Corriere della Sera
Tratto da:
http://archiviostorico.corriere.it/2001/ottobre/28/Pedofilia_all_asilo_Direttrice_presidente_co_0_0110282184.shtml

Leggere questi articoli con gli occhi di oggi ci permette di comprendere lo squallore morale dell’ideologia cattolica in assoluto contrasto con la Costituzione della Repubblica.
Appare evidente come Ettore Scola, quando fa pressioni sulla regione per far riconoscere le scuole cattoliche, altro non fa che tentare di imporre il marcio ideologico e morale alla Regione Veneto di cui le scuole cattoliche sono espressione.
Organizzazioni immorali in cui troppo spesso la Polizia di Stato evita di metterci il naso e proteggere i cittadini: come all’Istituto Provolo di Verona.
Se la Cassazione ci dice che questi erano dei delinquenti, lo erano anche prima della sentenza della Corte di Cassazione, ma troppe Istituzioni hanno finto di non vedere quelle attività.
Continuino i genitori a mandare i loro figli negli Istituti cattolici e avranno la responsabilità morale di mandarli a farli picchiare e violentare sia psicologicamente che fisicamente.

04 ottobre 2009
Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo
P.le Parmesan, 8
30175 – Marghera Venezia
Tel. 3277862784
e-mail claudiosimeoni@libero.it

Nessun commento:

Posta un commento