LA VERITA'

La verità si divide in "verità di fede" e "verità di tortura". Della verità pura e semplice non frega niente a nessuno.

domenica 13 dicembre 2009

Non avrai altro dio fuori di me!


“Nella stessa Alessandria dove vivevano molti ebrei , Cirillo convocò i loro rappresentanti accusandoli del fatto che da parte ebraica erano stati commessi atti orribili, un massacro notturno che secondo le fonti non può essere dato per certo, ma neanche del tutto smentito. In ogni caso, il santo, senza alcun diritto, fece assalire e distruggere le sinagoghe da un’enorme folla che , come in guerra, fece man bassa dei loro beni e scacciò più di 100.000 ebrei, forse 200.000, lasciando donne e bambini senza cibo e senza averi. L’espulsione fu totale: lo sterminio della comunità ebraica alessandrina, la più numerosa della diaspora, che esisteva da più di 700 anni, fu la prima “soluzione finale” della storia della chiesa.” Da Storia Criminale del Cristianesimo di Karlheinz Deschner Vol. II p. 135

Da quale ideologia nasce questo sterminio?
E tutti gli altri fatti in nome del dio padrone dei cristiani?
Ne ho fatto una pagina di analisi partendo dai testi della bibbia fino all’estensione delle Costituzioni moderne:

http://www.stregoneriapagana.it/bibbiaprimo_secondocomandamento.html

Si tratta della pagina che analizza il secondo comandamento dell’Esodo della bibbia o, se qualcuno preferisce, il primo comandamento della chiesa cattolica.

“Non avrai altro Dio fuori che me. Non ti fare nessuna scultura, né immagini di cose che splendono nel cielo, o sono sulla terra. Non adorar tali cose, né servir loro, perché io, il Signore, Iddio tuo, sono un Dio geloso, che punisco l'iniquità dei padri e dei figli fino alla terza o alla quarta generazione di coloro che mi odiano; ma uso clemenza fino alla millesima generazione verso coloro che mi amano e osservano i miei comandamenti.” Esodo 20, 3


Si tratta dell’ordine dal quale sono partiti i genocidi e le guerre di religione: la guerra per imporre la religione cattolica. La religione come motivo della guerra. Ancor oggi, nel catechismo della chiesa cattolica e nel catechismo Romano si legittima la guerra per imporre la religione. La stessa bibbia non solo ordina di uccidere chi non adora il dio dei cristiani, ma fornisce numerosi esempi di stragi e di genocidi come metodo per applicare il primo comandamento cattolico. Gesù non è da meno nell’ordinare orrore e morte.
Ora le Costituzioni moderne e la Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo garantiscono il diritto di seguire ogni dio che si vuole, ma ieri non era così e fino a qualche anno fa c’era ancora il reato di bestemmia in Italia e la religione cattolica era la “religione di stato”. Ora non più.
Hanno forse qualche giustificazione morale i cristiani per imporre il loro crocifisso?
Forse che la Digos non ha contestato, stando alle notizie, l’aggravante della premeditazione a Massimo Tartaglia per aver aggredito Berlusconi solo perché in tasca aveva un crocifisso (e una bomboletta spray urticante)?
Dal mio punto di vista, avere in tasca un crocifisso, ed essere un credente cristiano, aggrava ogni delitto e ogni reato, ma è solo una mia opinione. Almeno, lo credevo fino a ieri.

13 dicembre 2009
Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo
P.le Parmesan, 8
30175 – Marghera Venezia
Tel. 3277862784
e-mail claudiosimeoni@libero.it

Nessun commento:

Posta un commento