LA VERITA'

La verità si divide in "verità di fede" e "verità di tortura". Della verità pura e semplice non frega niente a nessuno.

domenica 11 aprile 2010

Sempre più probabile l'arresto di Ratzinger per violenze ai minori.


Foto: tratta da internet ed esplicativa dei fondamenti ideologici della chiesa cattolica che fa della violenza sui minori, per imporre il proprio credo religioso, elemento centrale del proprio missionarismo.
---
Si comincia a parlare apertamente di un mandato di arresto internazionale per Ratzinger.
Appare sempre più evidente coma la chiesa cattolica sia un’organizzazione criminale finalizzata allo stupro di minori.
I vari vescovi, nel tentativo di non essere indagati per abusi e violenze, ricorrono ad attacchi contro la società civile che rappresentano delle vere e proprie apologie al delitto e incitamento all’odio sociale. L’ultima quella di Babini. Un uomo indegno di una società civile. Degno seguace di chi organizzò i campi di sterminio e degno difensore di Ratzinger.
Riporto le ultime notizie:


Vescovo: su papa attacco sionista
Babini, ebrei strozzarono Germania. Rabbini Usa, intervenga Cei
11 aprile, 14:56


(ANSA) - ROMA, 11 APR - Lo scandalo pedofilia e' 'un attacco sionista'', loro non vogliono la Chiesa, dichiara il vescovo emerito di Grosseto mons. Babini. E aggiunge che 'L'olocausto fu una vergogna, ma non crediate che Hitler fosse pazzo,gli ebrei strozzarono l'economia tedesca'.Mons.Babini parla di giudei deicidi 'la loro colpa fu tanto grave che Cristo premonizzo' quello che sarebbe accaduto'. Le sue parole,sul sito Pontifex, hanno indignato gli ebrei Usa che hanno chiesto un intervento di condanna della Cei.

Tratto da:
http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/topnews/2010/04/11/visualizza_new.html_1761588109.html


Ricordo che continuano ad uscire notizie su abusi e su violenze fatte dai preti cattolici sui minori:

Sz: Vescovo Augusta bastonava bambini
In cinque lo accusano di violenze quando era parroco
31 marzo, 16:36


(ANSA) - ROMA, 31 MAR - Il vescovo di Augusta, in Germania, viene accusato da 5 ex-ospiti di un convitto di averli picchiati con bastoni negli anni '70-'80. Ossia quando l'alto prelato Walter Mixa era parroco. Lo riferisce il quotidiano tedesco Sueddeutsche Zeitung (Sz), riportando anche una smentita del vescovato della citta' bavarese che parla di diffamazione. Le accuse sono contenute in dichiarazioni giurate rese da ex-ospiti del centro di assistenza per bambini e ragazzi con problemi familiari.

Tratto da:
http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/topnews/2010/03/31/visualizza_new.html_1738684781.html


Un giornale faceva notare come il primate della chiesa Luterana tedesca si dimise dall’incarico perché trovato con un po’ di alcool alla guida dell’auto. Ratzinger, responsabile di stupri e violenze sui minori, continua a giustificare le violenze e gli stupri sui minori: ha la stessa qualità morale di Berlusconi. Essere impuniti in ogni delitto anche quando si tratta di corrompere testimoni ai processi o di violentare bambini.


Germania: Chiesa Luterana Rinnova Fiducia a Kaessmann

Dopo Guida Ubriaca
Mer 24 Febbraio 2010


(ASCA) - Roma, 24 feb - Il presidente della Chiesa evangelica luterana tedesca, il vescovo Margot Kaessmann, fermata per guida in stato di ubriachezza lo scorso sabato, ha incassato ieri sera la 'fiducia' unanime del Consiglio dei vescovi luterani. Lo annuncia la stessa Chiesa evangelica in un comunicato. Una ''valutazione definitiva'' del caso verra' effettuata durante una nuova riunione del Consiglio gia' prevista per questa settimana. Sottoposta al test dell'etilometro dopo essere stata fermata per essere passata con il rosso, l'ex vescovo di Hannover e' stata trovata con un livello di alcol nel sangue dello 0.154, superiore al limite consentito dello 0.05. Kaessmann nell'ottobre 2009 e' stata la prima donna eletta alla guida della chiesa protestante tedesca.
Tratto da:
http://it.notizie.yahoo.com/19/20100224/twl-germania-chiesa-luterana-rinnova-fid-b689c2c.html

Nei vari paesi si sta sempre più formando un’opinione pubblica che spinge per l’arresto di Ratzinger. In Italia il 62% dei cattolici disapprova l’operato di Ratzinger. Purtroppo, quei cattolici non collegano l’operato di Ratzinger nel proteggere i preti pedofili con l’operato di Gesù e dei bambini nudi che sono l’unica attività sessuale di Gesù.
La legge è uguale per tutti! Ne sa qualche cosa Silvio Berlusconi al quale glielo ha ribadito la Corte Costituzionale. Lo stesso principio vale in Inghilterra come in ogni paese europeo. Pinochet e Ratzinger appartengono alla stessa parte politica e hanno in comune un delinquere che offende l’umanità.
Riporto dal Corriere della Sera:


Vogliono usare lo stesso principio usato per Pinochet
Gli atei britannici: «Arrestate il Papa»
Pronta azione legale: «Non è al di sopra della legge,

ha insabbiato i casi di abusi da parte dei sacerdoti»
Mattia Bernardo Bagnoli / Ansa

11 aprile 2010

LONDRA - Ad attendere Papa Benedetto XVI, quando si recherà in visita in Gran Bretagna tra il 16 e 19 settembre, potrebbe esserci un mandato di arresto per «crimini contro l'umanità». Richard Dawkins e Christopher Hitchens, intellettuali e militanti del movimento ateo britannico, hanno infatti chiesto ad alcuni esperti di diritti umani di preparare un'accusa formale e richiedere l'incriminazione del Pontefice sulla base del presunto «insabbiamento» architettato per coprire le responsabilità della Chiesa Cattolica nello scandalo degli abusi sessuali ai danni di minori. Mossa che, per quanto improbabile, è contemplata dall'ordinamento giuridico britannico.
ABUSI INSABBIATI - «Stiamo parlando di una persona - ha tuonato Dawkins al Sunday Times - il cui primo impulso, quando i suoi preti vengono pizzicati con le braghe calate, è quello di coprire lo scandalo e condannare la giovane vittima al silenzio». «Quest'uomo - gli ha fatto eco Hitchens - non è nè al di sopra nè al di fuori della legge. L'insabbiamento istituzionalizzato di abusi ai danni di minori è un crimine contemplato in ogni ordinamento e non prevede cerimonie private di penitenza o risarcimenti pagati dalla Chiesa ma giustizia e sentenze».
COME CON PINOCHET - La coppia di provocatori crede di poter sfruttare il medesimo principio usato per arrestare il dittatore cileno Augusto Pinochet durante la sua visita del 1998. Inoltre, dicono, Benedetto XVI non sarà in grado di avvalersi dell'immunità diplomatica poichè, nonostante la sua visita sia catalogata come visita di Stato, il Pontefice guida un Paese non riconosciuto dalle Nazioni Unite. Geoffrey Robertson e Mark Stephens, i legali incaricati di preparare il caso, credono dal canto loro di poter chiedere alla Procura di sua Maestà di procedere penalmente contro il Papa, lanciare un'azione civile o deferire il suo caso al tribunale Internazionale. «Gli estremi per un'azione legale contro il Papa ci sono tutti», ha spiegato Stephens. «Il modo in cui si è comportata la Chiesa Cattolica si configura come un crimine contro l'umanità». «Sia io che Geoffrey - ha proseguito - siamo giunti alla conclusione che il Vaticano non può essere considerato uno Stato dal punto di vista del diritto internazionale. Non è infatti riconosciuto dall'Onu, non ha frontiere controllate da autorità di polizia e le sue relazioni esterne non sono di natura interamente diplomatica». Per quanto le dichiarazioni di Richard Dawkins e Christopher Hitchens possano suonare come una «sparata», in Gran Bretagna esistono precedenti illustri di questo tipo. L'anno passato, infatti, attivisti pro-palestinesi erano riusciti a ottenere l'emissione di un mandato di arresto ai danni dell'israeliana Tzipi Livni sulla base di sospetti crimini commessi durante il conflitto a Gaza del 2008-2009.

Le caratteristiche giuridiche per arrestare Ratzinger ci sono tutte.
Ricordo che ogni cattolico, per il principio di partecipazione morale, è responsabile, con Ratzinger, di stupro di minori.

Le dichiarazioni di Calderoli:


CALDEROLI, ATTACCHI A PAPA LEGATI A MASSONERIA - "Stanno cercando di attaccare il Papa per arrivare alle sue dimissioni. Ma questo non è solo un attacco legato ad episodi, è legato alla massoneria e a correnti che ci sono anche all'interno della Chiesa stessa a cui probabilmente un Papa che pensa secondo il Vangelo non sta troppo bene. Noi resistiamo e siamo al loro fianco". Così il ministro per la Semplificazione Roberto Calderoli è intervenuto nel corso della puntata de 'L'Intervistà, su Sky Tg24. Ed ha proseguito:"Credo che dietro tutte queste polemiche non ci sia il fenomeno della pedofilia ma un attacco nei confronti della Chiesa e di una parte di essa che, in questo momento, è rappresentata dal Papa. Qualcuno cerca di tirar fuori 'scheletri dagli armadi' che non riguardano neppure quello che dovrebbe essere il loro oggetto dell'attacco. Io credo che questo Papa rappresenti veramente la Chiesa di Gesù Cristo".
Tratto da:
http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/cronaca/2010/04/11/visualizza_new.html_1761587121.html


Indubbiamente: Ratzinger copre i preti violentatori per coprire le attività di stupro dei bambini di Gesù!
E’ l’attività di violenza sui bambini messa in atto da Gesù l’eterno presente in ogni istante della storia che ha legittimato lo stupro dei bambini sia da parte della chiesa cattolica che da parte delle persone educate in ambito cristiano.
Condivido le conclusioni di Calderoli. Ciò che non condivido è parlare di massoneria. La massoneria in Italia è sempre stata, negli ultimi 50 anni la spalla sporca che la chiesa cattolica ha usato per destabilizzare il paese accusando un “ente” che apparentemente non è cattolico. Come la Massoneria. Basta pensare che Silvio Berlusconi fu un massone della P2.

11 aprile 2010
Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo
P.le Parmesan, 8
30175 – Marghera Venezia
Tel. 3277862784
e-mail claudiosimeoni@libero.it




Nessun commento:

Posta un commento