LA VERITA'

La verità si divide in "verità di fede" e "verità di tortura". Della verità pura e semplice non frega niente a nessuno.

domenica 19 settembre 2010

I cristiani e la pazzia: allarme in California per la pazzia degli adoratori di Gesù

Una chiesa della California

---

Che il cristianesimo sia solo patologia psichiatrica, lo sostengo da molti anni.
Purtroppo spesso si tollera il cristianesimo come malattia psichiatrica purché aiuti a controllare le persone e non sfoci nella invalidità psichica.
Troppo spesso il cristianesimo sfocia nella follia. Una follia che i media quasi sempre nascondono per consentire alla follia cristiana di continuare a seminare orrore e morte.
Quel criminale appeso in croce viene imposto ai bambini con la violenza e con la violenza questi bambini, una volta adulti, risolvono le loro contraddizioni con la vita.
Il caso della California in cui Reyna Marisol Chicas è sparita con adulti e bambini alla ricerca del paradiso non è che l’ultimo caso che oggi ha sollevato un forte allarme sociale.
La disperazione, costruita col criminale in croce Gesù, continua a mietere le sue vittime. Capire che l’uomo non è creato ad immagine e somiglianza di un dio pazzo e cretino non è una questione di ateismo, ma una questione religiosa che impone alle persone di pensare alla vita in termini di responsabilità soggettiva nella costruzione del proprio futuro. Quando le persone vengono costrette a non costruire il loro futuro, possono annegare le contraddizioni della loro vita nella disperazione del loro presente.
Questo sembra essere uno di quei casi.
Riporto l’articolo:


19/9/2010 (14:9) - IL CASO
Giallo su una setta californiana


In tredici spariti nel deserto


Tra loro, nove sono minorenni Le autorità temono un suicidio di massa per «raggiungere il Paradiso e i propri cari defunti»
Le forze di polizia di Los Angeles perlustrano ormai da molte ore il deserto californiano al confine con lo Stato del Navada, sulle tracce di tredici persone - quattro donne e nove minorenni di età compresa tra i 3 e i 17 anni - misteriosamente scomparse sabato notte. Hanno abbandonato a casa tutto ciò che potesse aiutare una loro identificazione, cellulari e carte d’identità, lasciando come unica traccia un biglietto d’addio nascosto in una borsa, in cui spiegano di attendere “l’Estasi”. Secondo la testimonianza dei mariti e padri che hanno lanciato l’allarme, i ricercati apparterrebbero ad una setta religiosa che aspetta un evento apocalittico che permetta loro di ricongiungersi al più presto in Paradiso con Dio e con i cari defunti. Formato da immigrati di San Salvador, il gruppo avrebbe il suo «leader» spirituale in Reyna Marisol Chicas, una casalinga 32enne di Palmdale, nel nord della contea di LA, sulla quale pende ora l’accusa di aver architettato un suicidio di massa che include i suoi stessi figli. Increduli, i vicini di casa hanno fornito una descrizione della sua persona totalmente diversa da quella ipotizzata dalle autorità che la inseguono. «È una donna semplice, non ha studiato e riesce con molta fatica ad ottenere un lavoro» dice di lei un conoscente intervistato dal quotidiano La Times. «È un buona madre, tutta per i suoi ragazzi. A volte mente per piccole cose - risponde Ricardo Giron – ma non è una fanatica». Una persona di cui fidarsi, segnata dalla sofferenza per una storia d’amore infelice. «Da quando il marito l’ha abbandonata – continua l’amico - è diventata incredibilmente religiosa e trascorre molto tempo insieme alla congregazione di credenti locale». La comunità che frequenta l’Iglesia de Cristo Miel è formata da latino americani espatriati in California, donne e uomini modesti che per lo più si ritrovano in piccoli gruppi di preghiera. Ed è proprio all’interno di uno di questi che Chicas avrebbe avuto la possibilità di «indottrinare» le sue compagne. Circa sei mesi fa hanno pianificato di fuggire alla volta di Vasquez Rocks , un’area selvaggia nei pressi della cittadina di 139mila abitanti in cui vivono. Ma qualcosa è andato storto, uno dei membri ha rivelato il progetto ai familiari ed è stato tutto rimandato. Qualcuno ancora azzarda che «è difficile da credere che una persona così poco preparata sia una guida spirituale». Per ora non resta che continuare le ricerche, il giudizio rimane sospeso.

Tratto da:
http://www.lastampa.it/redazione/cmsSezioni/esteri/201009articoli/58678girata.asp


Follia pura. Come Gesù era un povero pazzo che si credeva il figlio del dio padrone creatore dell’universo, così le persone vengono educate e costrette alla pazzia mediante la distruzione della loro struttura emotiva: è questo che va farneticando di poter far liberamente Ratzinger quando bestemmia contro il relativismo per imporre l’assolutismo di una fede inumana e criminale.
Domani altri bambini violentati per imitazione del pazzo Gesù; domani altre persone che impazziranno identificandosi con un assoluto che manifesta la loro malattia frutto di un’educazione che li ha costretti in ginocchio davanti ad un criminale in croce: è questo che vogliamo per i bambini italiani?
Eppure è questo dolore che l’Italia deve subire: il dolore prodotto dall’orrore cristiano.

19 settembre 2010
Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo
P.le Parmesan, 8
30175 – Marghera Venezia
Tel. 3277862784
e-mail claudiosimeoni@libero.it

Nessun commento:

Posta un commento