LA VERITA'

La verità si divide in "verità di fede" e "verità di tortura". Della verità pura e semplice non frega niente a nessuno.

venerdì 8 ottobre 2010

I vangeli di Gesù parlano di un cristianesimo, di un Gesù, che è una macchida da guerra contro la libertà degli Esseri Umani


Delineare i principi religiosi, sociali e psicologici che Gesù ha espresso nei vangeli ufficiali dei cristiani e della chiesa cattolica, in particolare, ci permette di comprendere i meccanismi psico-sociali che il cristianesimo ha imposto violentando le persone e impedendo loro di essere degli individui sottomessi che rinunciano al loro futuro.
Queste pagine dei vangeli erano già state analizzate oltre 10 anni or sono, ma è necessaria una totale rilettura alla luce delle recenti scoperte scientifiche sull’uomo, la sua struttura neuronica e sociale, per riuscire a dare un’interpretazione militare dei principi imposti nei vangeli ufficiali della chiesa cattolica attraverso Gesù.
Per il momento sono presenti solo queste pagine:


Considerazioni generali sugli insegnamenti di Gesù nei vangeli cristiani.
La parabola del servitore spietato nel vangelo di Matteo
Vangelo di Matteo e la parabola degli operai e la vigna.
Vangelo di Matteo e il significato di essere vigilanti nell'attesa del ritorno del figlio dell'uomo.


Si tratta di una pagina sulle considerazioni generali che serve da collegamento fra la vecchia interpretazione e la nuova interpretazione e le prime tre pagine relative a tre parabole dei vangeli in cui si individua il significato esoterico e sociale dei principi religiosi delineati da Matteo.
Il lavoro comprende tredici pagine per dodici parabole dei vangeli, ma è previsto un ampliamento per altre otto pagine, di altre parabole, sempre per individuare l’ideologia religiosa cristiana come una vera e propria macchina da guerra il cui scopo è l’aggressione e l’annientamento dei Sistemi Sociali in cui il cristianesimo ha agito.
Un’ideologia è una macchina da guerra quando si impone sui bambini nella primissima infanzia e condiziona l’organizzazione sociale al fine di perpetrare quella manipolazione mentale.
La violenza del cristianesimo è quanto di più osceno e aberrante la storia abbia visto. Non esiste violenza che non abbia origine nel cristianesimo anche quando la sua ideologia apparente porta lo spettatore sprovveduto ad elencare altre ideologie.
Si tratta di comprendere l’uomo e le sue necessità di liberarsi, la sua insoddisfazione nel presente e comprendere i meccanismi della sofferenza psichica.
La necessità del cristianesimo di possedere l’uomo con tutto il suo cuore e con tutta la sua anima, è il fondamento religioso di ciò che chiamiamo schiavismo ed è il fondamento religioso di ideologie, come il nazismo e i campi di sterminio o i gulag di Stalin. Quelle pratiche altro non sono che manifestazioni di cristianesimo: cattolicesimo-protestantesimo nel primo caso e ortodossia nel secondo caso.
E’ Gesù che ordina i massacri, è Gesù che ordina di sottomettere le persone, è sempre Gesù che esalta sé stesso come padrone di schiavi, è Gesù che odia gli Esseri Umani al punto tale da desiderare di gettarli là dove c’è tormento e stridor di denti solo perché lo disprezzano come individuo criminale.
Il suo disprezzo per l’uomo, fatto proprio dai cristiani e dalla chiesa cattolica in particolare, porterà allo sterminio di miliardi di persone a maggior gloria del dio padrone cristiano.

08 ottobre 2010

Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo
P.le Parmesan, 8
30175 – Marghera Venezia
Tel. 3277862784
e-mail claudiosimeoni@libero.it

Nessun commento:

Posta un commento