LA VERITA'

La verità si divide in "verità di fede" e "verità di tortura". Della verità pura e semplice non frega niente a nessuno.

martedì 21 dicembre 2010

La chiesa cattolica non è coperta di polvere, ma di escrementi e vomito per i delitti che commette sia lei, il suo dio e il suo Gesù



Due immagini. Una rappresenta la famiglia cristiana fonte dell'orrore assolutista e legittimazione di ogni violenza sui bambini in quanto oggetto di possesso. Legittima la pedofilia e la pederastia: il bambino come oggetto di possesso della chiesa cattolica a cui, attraverso il battesimo, è stato consegnato dai genitori e che la chiesa cattolica affida, in proprio nome ad un agente di controllo religioso detto padrino o madrina (figura che poi entra nel linguaggio mafioso come naturale estensione della pratica).
Sotto l'immagine materna degli Antichi, rubata dai cristiani, con Iside

La Chiesa cattolica ha praticato la pedofilia come imitazione della pedofilia praticata da Gesù ed è attività di dottrina con cui diffondere la fede cattolica.
Il cristianesimo è la dottrina del possesso delle persone. Della negazione del loro corpo. E’ la dottrina del commercio delle persone e dei traffici di schiavi. E’ il cristianesimo, e il cattolicesimo in particolare, che ha imposto la pratica della pederastia e della pedofilia attraverso l’educazione che ha messo in atto nei confronti dei bambini.
Tutti i preti cattolici abusano dei bambini con la complicità delle istituzioni che li aiutano a costringerli in ginocchio davanti al crocifisso.
Tutti i preti cattolici violentano i bambini e oggi noi dobbiamo essere grati alla Cina che sta fermando la richiesta della chiesa cattolica di Ratzinger di violentare bambini cinesi.
Ricordo che Ratzinger stesso è un violentatore di bambini. Il fatto che non sia stato inquisito e arrestato mentre praticava la violenza è dovuto alla complicità delle Istituzioni che non sono intervenute: come con l’istituto Provolo dove la Procura della Repubblica di Verona e la Polizia di Stato hanno omesso controlli facendo violentare, per i loro interessi personali e morali, decine di bambini internati.
Io non posso sapere quanti e quali preti hanno violentato i bambini. Io non ho la Polizia di Stato, ma le omissioni di indagini e di prevenzione fatta dalla Polizia di Stato mi costringonp a pensare che tutti i preti sono pedofili e pederasti: pertanto io non posso che ritenere vere le voci che mi sono arrivate nei confronti di un Ratzinger di trent’anni più giovane. Come posso pensare che l’adoratore del pederasta Gesù non pratichi l’Imitatio Christi praticando pederastia a sua volta?

La pedofilia e la pederastia, come noi oggi la conosciamo, è di origine dottrinale cristiana ed è un’estremizzazione della manipolazione mentale infantile scoperta e praticata dagli ebrei nei confronti dei bambini (Deuteronomio).
Naturalmente Augias, che ritiene l’uomo creato ad immagine e somiglianza del suo dio padrone, omette il particolare.
Augias diffama le Antiche Società può attribuendo loro gli atti per i quali i cattolici vengono processati. La bibbia prima e i cristiani poi, trasformano i bambini in oggetti d’uso non le civiltà precristiane. Nessun DIO delle Antiche religioni trasforma gli uomini in schiavi: sono il dio degli ebrei e il Gesù dei cristiani. Lui è il padrone, il pastore, chi lo segue sono le pecore. Soggetti senza volontà ed oggetto di possesso del Gesù padrone. Nel cristianesimo il bambino è oggetto di possesso elevato a tale ruolo per volontà del dio padrone. E’ Gesù dei vangeli ufficiali che introduce la pratica “religiosa” della pederastia. Augias è ancora fermo alle farneticazioni deliranti della sua bibbia secondo cui i seguaci di Baal sacrificavano i bambini come oggetti di possesso. Ma queste sono farneticazioni cristiane.
Quando Ratzinger parla di “turismo sessuale”, omette di dire che il turismo sessuale, pederasta e pedofilo, è fatto da cristiani. Da coloro che Ratzinger e la sua banda hanno violentato costringendoli a veicolare in quella dimensione sessuale la loro libido.

La chiesa cattolica non è coperta di polvere, ma di immondizia e merda che viene finanziata dalla Istituzioni per disarticolare la Costituzione della Repubblica.
E’ la chiesa cattolica che fa commercio di corpi. La vicenda Eluana Englaro ne è un esempio: la chiesa cattolica voleva rubare il corpo ad Eluana Englaro per violentarlo a proprio uso e consumo. E’ la chiesa cattolica che ruba il corpo alle donne per impedire loro di abortire. E’ la chiesa cattolica la trafficante di schiavi.
Purtroppo le società civili oscillano sempre fra diritto Costituzionale rivendicato e preteso dai cittadini e la morale-relazionale della monarchia assoluta da imporre nelle relazioni come potere indiscutibile dell’Istituzione sui cittadini.

Ratzinger devasta i bambini e il “Gesù bambino” è la rappresentazione del suo diritto a devastare i bambini (basta leggere qualcosa sui cristiani durante il colonialismo).
Riporto la notizia sulle porcate della chiesa cattolica:


Papa, anno devastato da abusi
Pornografia e turismo sessuale devastano bimbi

CITTA' DEL VATICANO - L'anno sacerdotale che si sta concludendo ha "sconvolto" il Papa e la Chiesa che sono venuti a conoscenza della "dimensione per noi inimmaginabile" degli abusi "commessi da sacerdoti contro i minori", abusi che "stravolgono il sacramento al suo contrario: sotto il manto del sacro feriscono profondamente la persona umana nella sua infanzia e le recano un danno per tutta la vita". Lo ha detto il Papa nel discorso alla Curia in occasione degli auguri natalizi.
GRAZIE A CHI AIUTA VITTIME ABUSI DEI SACERDOTI - Il "volto della Chiesa è coperto di polvere", "il suo vestito è strappato" a causa degli abusi di sacerdoti contro i bambini. E il Papa, davanti alla Curia riunita, invita a "accogliere questa umiliazione come una esortazione alla verità e una chiamata al rinnovamento". E invita a "ringraziare di cuore tutti coloro che si impegnano per aiutare le vittime e per ridare loro la fiducia nella Chiesa, la capacità di credere al suo messaggio". Il Papa ha invitato la Chiesa a chiedersi dove ha sbagliato e come formare sacerdoti immuni da questo peccato e crimine. "Dobbiamo interrogarci - ha detto - su che cosa possiamo fare per riparare il più possibile l'ingiustizia avvenuta. Dobbiamo chiederci che cosa era sbagliato nel nostro annuncio, nell'intero nostro modo di configurare l'essere cristiano, così che una tale cosa potesse accadere. Dobbiamo trovare una nuova risolutezza nella fede e nel bene. Dobbiamo essere capaci di penitenza. Dobbiamo sforzarci di tentare tutto il possibile, nella preparazione al sacerdozio, perché una tale cosa non possa più succedere. E’ questo anche il luogo per ringraziare di cuore tutti coloro che si impegnano per aiutare le vittime e per ridare loro la fiducia nella Chiesa, la capacità di credere al suo messaggio. Nei miei incontri con le vittime di questo peccato, - ha aggiunto - ho sempre trovato anche persone che, con grande dedizione, stanno a fianco di chi soffre e ha subito danno. E’ questa l'occasione per ringraziare anche i tanti buoni sacerdoti che trasmettono in umiltà e fedeltà la bontà del Signore e, in mezzo alle devastazioni, sono testimoni della bellezza non perduta del sacerdozio".
PORNOGRAFIA E TURISMO SESSUALE DEVASTANO BIMBI - "Mercato della pornografia", "turismo sessuale", "droga", sono mali che con forza crescente nuocciono al mondo. Lo ha denunciato il Papa nel discorso alla Curia: "la devastazione psicologica di bambini - ha detto - in cui persone umane sono ridotte ad articolo di mercato, è uno spaventoso segno dei tempi". E il turismo sessuale minaccia "una intera generazione". Ne ha parlato a proposito del "contesto" in cui sono stati commessi abusi di preti su bimbi, peccato che resta di "particolare gravità" e per cui la Chiesa ha "responsabilità".
IN MIEI VIAGGI HO VISTO FEDE NON E' COSA PASSATA - Nei viaggi compiuti quest'anno, oltre che in Gran Bretagna, a Malta, Portogallo e Spagna, il Papa ha riscontrato che "la fede non è una cosa del passato". Benedetto XVI lo ha detto nel discorso alla Curia per gli auguri natalizi, in cui ha ripercorso l'anno che si sta concludendo. "La potenza e la bontà di Dio - ha detto - sono presenti in maniera molteplice anche oggi".
Tratto da:
http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/politica/2010/12/20/visualizza_new.html_1648490356.html



Nei suoi viaggi Ratzinger ha visto che la malattia mentale, che chiama “fede” è ancora diffusa e può continuare a violentare le persone mettendole in ginocchio davanti ad un crocifisso.
Come questo prete cattolico:


Pedofilia:don Pezzini,condanna a 10 anni
Accusato di violenza sessuale su ragazzina del Bangladesh

(ANSA) - MILANO, 21 DIC - Condannato a 10 anni di reclusione il sacerdote don Domenico Pezzini, accusato di violenza sessuale aggravata nei confronti di una ragazzina del Bangladesh. La sentenza e' stata emessa con rito abbreviato dal Gup di Milano. Il giudice ha anche rigettato la richiesta della difesa di far scontare al prete della diocesi di Lodi gli arresti domicilari in una comunita' monastica. Il prete, che andra' quindi in carcere, avrebbe abusato della ragazza quando aveva meno di 14 anni, tra il 2006 e il 2009.

Tratto da:
http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/topnews/2010/12/21/visualizza_new.html_1647689008.html

Quando una religione, come quella cristiana trasforma i bambini in oggetto di possesso del dio padrone, ognuno che si identifica nel dio padrone può abusare dei bambini: lo sa perfettamente la polizia di Stato che non mette in atto nessuna azione di prevenzione contro il terrorismo dei preti cattolici e dei vescovi cattolici.
Piacciono tanto i poveri ai preti cattolici; più sono poveri e meno possono rivendicare i loro diritti.
E se questo prete cattolico anziché abusare di una bambina povera avesse abusato di Silvio Berlusconi? O di Barbara Berlusconi o di Marina Berlusconi?
I magistrati nel perseguire i reati si dimenticano dell’articolo 3 della Costituzione della repubblica.
E la Polizia di Stato pure!


Entra nel circuito del pensiero religioso, sociale, economico ed etico della Religione Pagana!

22 dicembre 2010
Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo
P.le Parmesan, 8
30175 – Marghera Venezia
Tel. 3277862784
e-mail claudiosimeoni@libero.it

Nessun commento:

Posta un commento