LA VERITA'

La verità si divide in "verità di fede" e "verità di tortura". Della verità pura e semplice non frega niente a nessuno.

giovedì 3 marzo 2011

I delitti contro l'umanità non cadono mai in prescrizione: Ratzinger denunciato per crimini contro l'umanità.


Le Costituzioni moderne consentono ai cristiani di esercitare il proprio culto, ma non permette loro di estenderlo imponendolo alla società civile e tanto meno di trasformare i principi della monarchia assoluta e schiavista, di cui la loro ideologia è la sostanza morale e giuridica, in principi da imporre nelle società in sostituzione ai principi delle moderne Costituzioni.
Il sistematico stupro dei bambini al fine di imporre loro la fede religiosa cristiana e la sottomissione ai dogmi cattolici è un delitto contro l’umanità che regimi italiani hanno favorito per assicurarsi il pacchetto voti fornito dai cattolici.
Si tratta di denunciare le attività di terrorismo messe in atto da Ratzinger e dai suoi predecessori. Solo denunciando si può mettere in evidenza lo stridere fra delirio di onnipotenza del crocifisso e il diritto dei popoli di non vedersi imposta una religione che predica l’odio sociale, il razzismo, il genocidio e il massacro di chi non si mette in ginocchio davanti al loro dio padrone.
Riporto la notizia che ci permette di individuare come criminale il papa cattolico. Ricordo che a Ratzinger non si applica il principio secondo cui una persona è innocente fino a sentenza definitiva in quanto egli appartiene alla logica della monarchia assoluta, del dio padrone, del crocifisso, pertanto è comunque colpevole di genocidio, razzismo e istigazione all’odio sociale, per i meriti acquisiti da Pietro e dai suoi successori nello sterminio dei popoli a maggior gloria del loro dio padrone e del criminale in croce.
Riporto la notizia:

Papa Benedetto XVI denunciato alla Corte dell’Aja per crimini contro l’umanità

Crimini contro l’umanità: questa l’accusa contro Papa Benedetto XVI che due avvocati tedeschi di Marktheidenfeld, in Baviera hanno inoltrato alla Corte penale internazionale dell’Aja.Sostanzialmente il papa viene accusato del mantenimento e la leadership di un regime mondiale totalitario di coercizione, che sottomette i propri membri attraverso minacce terrificanti e pericolose per la salute, di adesione a un divieto mortale dell’uso di preservativi, anche quando esiste il pericolo di infezione dell’Hiv-Aids e della costituzione e il mantenimento di un sistema mondiale di copertura di crimini sessuali commessi da preti cattolici e il loro trattamento preferenziale, che aiuta sempre a nuovi crimini.La notizia è stata pubblicata da ATS e ripresa dal Corriere del Ticino ma al momento i media italiani ed europei sembrano ignorarla. Se ne trova notizia unicamente sul sito curiouspresbyterian.wordpress.com.
Data: 23 febbraio 2011 Ora 15:02
Tratto da:
http://www.ticinolive.ch/esteri/papa-benedetto-xvi-denunciato-alla-corte-dellaja-per-crimini-contro-lumanita-10907.html



Ha ragione la Cina ad impedire l’attività di terrorismo da parte di Ratzinger sul suo territorio. Solo in Italia i politici consentono a Ratzinger di violentare i bambini per costringerli alla fede cristiana, come se fosse un suo diritto sparare nella psiche dell’infanzia (e non fosse un grande danno per la società civile).


Entra nel circuito del pensiero religioso, sociale, economico ed etico della Religione Pagana!

03 marzo 2011
Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo
P.le Parmesan, 8
30175 – Marghera Venezia
Tel. 3277862784
e-mail claudiosimeoni@libero.it

Nessun commento:

Posta un commento