LA VERITA'

La verità si divide in "verità di fede" e "verità di tortura". Della verità pura e semplice non frega niente a nessuno.

martedì 20 novembre 2012

Gli animalisti aizzati dai cristiani per costruire odio sociale contro la Costituzione

La forma del terrore nell'immaginario cristiano

Le persone che si definiscono “animaliste” sono persone molto sensibili ai richiami del mondo. Come persone molto “sensibili” sono facilmente suggestionabili ed emotivamente aizzabili qualora si usino le leve giuste per manipolare le loro emozioni.

Lo sanno bene i cristiani che usano persone emotivamente sensibili aizzandoli per le loro guerre di religione.
La paura di “satanisti” che sacrificano gatti o animali, fa sempre presa sugli animalisti e gli animalisti sono pronti ad alimentare il proprio immaginario fatto di delinquenti che attentano alla loro passione. Poi riproducono quell’immaginario dando legittimazione, mediante il passa-parola, alla propria paura.

Inconsciamente gli animalisti diventano agenti di disarticolazione del dettato Costituzionale in funzione di una sorta di legittimazione dell’odio religioso della chiesa cattolica.

Nei boschi vengono trovati resti animali?
E dove pensate che finiscano i resti del pasto della volpe?
E dove pensate che vadano a divertirsi i teppistelli cresciuti negli oratori e nelle parrocchie se non nei cimiteri a scrivere 666 e poi a divertirsi per “vedere che effetto che fa”?

Le date che riporta questo messaggio sono date volte a criminalizzare chi non è cattolico. E’ un segno di odio religioso cattolico volto a cercare di creare ostilità nelle persone inventandosi accuse criminalizzanti.
Certamente i cattolici macellano i gatti, incarnazione del loro demonio!
Certamente i cattolici macellano i cani!
Addetti al massacro di cani e gatti,  cacciatori armati di fucile, in Italia, sono tutti battezzati cristiani!
I cattolici macellano gli animali e poi inventano situazioni per criminalizzare chi è di una diversa religione.
Se la prendono con i musulmani che per la loro religione devono macellare la carne in un certo modo o con qualche immigrato dell’Africa Occidentale che taglia la testa ad un gallo (come se i nostri contadini non avessero mai tirato il collo ad una gallina o ad un coniglio).

Sono le parrocchie e gli oratori che sguinzagliano giovani, spesso aderenti ad organizzazioni scoutistiche, per aggredire animali, criminalizzare, commerciare e garantirsi un’opinione pubblica favorevole mediante la criminalizzazione e la diffamazione di chi ha una diversa religione.
Si evoca un immaginario medioevale per fini di destabilizzazione istituzionale.

Sarebbe bene che Introvigne, che ha sparato le sue puttanate, dimostrasse, con nome e cognome, le sue farneticazioni da satanista mancato (vedi il rapporto con Zocatelli).

Si continua ad insultare Marco Dimitri dopo che è stato incarcerato e accusato da cristiani criminali:; loro, i cristiani, sì che sacrificano animali e violentano bambini in nome del crocifisso.
E si cita Efrem del Gatto, morto nel 1996 (vado a spanne), sedici anni or sono, come se fosse un individuo attuale.
Ha fatto una figura di merda da Bruno Vespa il defunto “don” Benzi mentre farneticava di decine di bambini sacrificati a satana mentre la Polizia di Stato scuoteva, sbigottita per tanta stupidità, la testa.

 Gatto Trocchi parlava di cinquecentomila satanisti, ma era solo un effetto della sua malattia mentale che l’ha portata al suicidio.
E, parole come queste:

Quindi HANNO SEMPRE FRETTA, PERCHE’ LA DATA FATIDICA è VICINA.
Una buona riprova, quando fanno richieste di animali, è dirgli che gli può essere
affidato DOPO certe date, da questo si capisce molto.
Se sono satanisti o chi per loro, continueranno a cercare in giro e lasceranno
perdere chi gli pone rimandi nel tempo e difficoltà.
Se sono persone tranquille aspetteranno un po'.
IN GENERE:
per la LUNA PIENA prediligono animali chiari, meglio bianchi;
per la LUNA NERA (assenza di Luna) animali scuri, neri!!!!!
Ma se non trovano gli va bene tutto!!!!!
“ADATTI” anche Bianchi/neri e rossi.
Meglio CUCCIOLI!!!
Controllare sempre questi particolari VI PREGO e rimandate l’affido dopo i giorni
fatidici, è molto indicativo quello che risponderanno. Soprattutto fate attenti
controlli pre affido… NON CONSEGNARE L’ANIMALE DIRETTAMENTE AL
RICHIEDENTE!!!!!!


Erano nella bocca di Maurizio Antonello dell’Aris del Veneto. Un altro malato mentale che si è suicidato per disperazione. Per lui c’erano delle scuole di satanisti in cui si insegnava a piantare un coltello nelle parti vitali delle persone. Io, che ho conosciuto Maurizio Antonello, ne ho riconosciuto la malattia mentale, ma i preti cattolici hanno sfruttato la sua malattia mentale per diffondere odio religioso spingendolo, di fatto, al suicidio.

Ora, questo tipo di messaggi, girano sotto traccia in internet nella speranza di alimentare l’apprensione di qualche animalista cresciuto nelle parrocchie e nutrito della paura cristiana per poterlo usare. Serve sempre qualcuno, fragile ed illuso, per calunniare, diffamare, ingiuriare, chi nella società non si mette in ginocchio davanti al loro dio padrone.

Gli animalisti sono persone fragili. Il loro legame li avvolge e perdono di vista la relazione che hanno col mondo in cui vivono finendo per rinchiudersi in un mondo virtuale fatto di ombre oscure e di cavalieri erranti. Poi, il loro virtuale si cala come un’ascia sulla società e pretende che questa affoghi nelle loro allucinazioni mentre i cattolici li deridono.

Riporto la prima parte di questa porcata che gira per l’web e ripresa, essenzialmente, dai manuali medioevali dell’inquisizione:

questo gira su internet nei messaggi privati tra gli animalisti..
Aurora Paoli
MI ARRIVA QUESTO:
ATTENZIONE SOLO PER VOLONTARI
NON PUBBLICARE SU FB O INTERNET
IMPORTANTISSIMO – PRENDERE NOTA
I GATTI IN ADOZIONE E LE SETTE SATANICHE
PER CHI SI OCCUPA DI ADOZIONI GATTI
SEGNATE QUESTE DATE SUL VOSTRO COMPUTER
1 o 2 GIORNI PRIMA DI QUESTE DATE SE VI CHIEDONO GATTI DITE
CHE LI POTETE CONSEGNARE SOLO DOPO 10 GIORNI!!!!!!!!
LEGGETE TUTTO PER FAVORE E’ DI ESTREMA IMPORTANZA PER LA
VITA DEGLI ANIMALI
Il fenomeno è in espansione!!!!!!!!! Nei boschi vengono trovati resti di animali
sacrificati bruciati!!!
31 ottobre: è il Capodanno di Satana, notte di Sabba e di inizio del nuovo anno.
In questa occasione si svolgono molte cerimonie di propiziazione, poichè si ritiene che questa
sia la notte in cui ogni richiesta verrà esaudita.
21 dicembre: prima notte di Tregenda, durante la quale i riti demoniaci si
mescolano con quelli pagani precristiani.
2 febbraio: è la notte di Candelora, con un Sabba dedicato alla consacrazione
delle candele e dei lumi che verranno utilizzati nei riti dei mesi successivi. Ma è anche la notte
nella quale gli apprendisti stregoni hanno la loro cerimonia di iniziazione.
21 marzo: altra data importante, quella dell’equinozio di primavera, che si festeggia
con la seconda notte di Tregenda.
30 aprile: segna l’inizio dell’estate esoterica, con il Sabba dedicato ai riti propiziatori
all’accumulo di denaro e al successo.
24 giugno: terza notte di Tregenda, con riti di protezione per gli aderenti alla setta e
lancio di anatemi e malefici contro i nemici.
31 luglio: si svolge uno dei Sabba più importanti, con il quale si respingono gli
influssi malefici esterni.
29 settembre: quarta e ultima notte di Tregenda, in occasione dell’equinozio di
autunno. È l’appuntamento più colto, quelle nel quale si inneggia alla conoscenza demoniaca.
da non dimenticare mai ad ogni mese le 2 lune: quella piena (bianca) e
quella nera (assenza di luna).
In genere sguinzagliano ragazzi giovani per reclutare animali per quelle
date, MA IMPORTANTE, li vogliono al massimo 1 o 2 giorni prima.
Non 1 settimana prima, perchè non li tengono volentieri, gli creano dei
problemi....
Quindi HANNO SEMPRE FRETTA, PERCHE’ LA DATA FATIDICA è VICINA.
Una buona riprova, quando fanno richieste di animali, è dirgli che gli può essere
affidato DOPO certe date, da questo si capisce molto.
Se sono satanisti o chi per loro, continueranno a cercare in giro e lasceranno
perdere chi gli pone rimandi nel tempo e difficoltà.
Se sono persone tranquille aspetteranno un po'.
IN GENERE:
per la LUNA PIENA prediligono animali chiari, meglio bianchi;
per la LUNA NERA (assenza di Luna) animali scuri, neri!!!!!
Ma se non trovano gli va bene tutto!!!!!
“ADATTI” anche Bianchi/neri e rossi.
Meglio CUCCIOLI!!!
Controllare sempre questi particolari VI PREGO e rimandate l’affido dopo i giorni
fatidici, è molto indicativo quello che risponderanno. Soprattutto fate attenti
controlli pre affido… NON CONSEGNARE L’ANIMALE DIRETTAMENTE AL
RICHIEDENTE!!!!!!

Queste farneticazioni vengono supportate allegando al messaggio un vecchio rapporto di polizia il cui scopo, a seconda delle interpretazioni e dei punti di vista serviva, per alcuni a sminuire il pericolo satanista, per altri ad indicare un pericolo sociale.
Il rapporto di polizia era abbastanza “farneticante” in quanto compilato secondo i criteri cristiani e non secondo il dettato Costituzionale. Il ministro degli Interni che si assume la responsabilità morale delle aggressioni ai cittadini che questo rapporto ha provocato, è Giorgio Napolitano. E’ difficile pensare che ci fosse una buonafede nella diffusione del rapporto visto la frequentazione di Giorgio Napolitano, anche come Presidente della Repubblica democratica italiana, con Ratzinger dittatore in una monarchia assoluta legittimata dal suo dio padrone mediante strage e genocidio.

Riporto la seconda parte di questa porcata che gira per l’web e ripresa, da quel rapporto di polizia sulle sette di sedici anni fa. Prima che marco Dimitri fosse assolto dalle accuse orchestrate dai cattolici per aver sorretto le quali la Procura della Repubblica di Bologna si vergognò tanto da non ricorrere contro l’assoluzione in Cassazione:


Mappa del satanismo
in Italia
Secondo il sociologo Massimo Introvigne, uno dei maggiori esperti italiani dei culti esoterici, si
possono distinguere quattro correnti di satanismo, a ciascuna delle quali si ispirano poi i vari
gruppi, anche se poi, nella pratica la distinzione non è mai così netta e spesso riti e
motivazioni si mescolano:
1) Satanismo razionalista: Satana è semplicemente il simbolo del Male, di una visione del
mondo anticristiano, edonista e immorale;
2) Satanismo occultista: accetta la visione del mondo descritta dalla Bibbia, la storia della
Creazione, la cacciata dal Cielo degli Angeli ribelli poi divenuti demoni, però schierandosi
"dall'altra parte", al servizio del diavolo;
3) Satanismo acido: i riti si basano sull'uso di sostanze stupefacenti, orge e abusi psicologici
e sessuali. Il culto del diavolo è semplicemente una scusa per eccessi e depravazioni;
4) Luciferismo: è il satanismo di derivazione magiche o gnostica. Lucifero e Satana sono
oggetto di venerazione all'interno di cosmogonie che ne fanno un aspetto "buono", o
comunque necessario, del sacro.
Ecco di seguito le principali sette attive anche in Italia:
Bambini di Satana: è quella più famosa, per le recenti vicende giudiziarie che hanno
coinvolto il suo leader, l'ex guardia giurata Marco Dimitri (la "Bestia 666", come si
autodefinisce). Può contare su circa 60 adepti e ha sede a Bologna. Come impostazione il
gruppo si riallaccia alla Chiesa di satana fondata a San Francisco da Anton La Vey nel 1966.
I seguaci americani sono stati più volte coinvolti in vicende di abuso di minori e violenze
sessuali, ma nella maggior parte dei casi l'adorazione del demonio segue rituali innocui,
legati all'occultismo.
Chiese di Satana di Torino: il capoluogo piemontese vanta la comunità di satanisti più attiva
d'Italia, 40 mila seguaci secondo il responsabile di una delle sette cittadine, molti di meno
secondo le indagini del professor Introvigne, che parla di non più di 5-600 adepti, divisi in due
Chiese. Le loro messe nere hanno un rituale meno macabro di quello di altri gruppi: niente
orge o abusi sessuali, ma celebrazioni nel corso delle quali viene gridato l'odio a Dio,
attraverso la profanazione del Crocifisso e l'uso di amuleti.
Confraternita Luciferiana: con sede a Roma, questa setta guidata dall'occultista Efrem del
Gatto segue il culto di Lucifero, ritenuto il "principe perfetto" di gran lunga superiore a Satana.
Nei riti si eseguono flagellazioni liberatorie e durante le messe nere si tagliuzzano mani e
braccia per offrire sangue al loro signore. Gli adepti sono circa 150.
Cerchio satanico: una setta clandestina, ispirata al pensiero e alle azioni di Charles Manson,
con sede a Bassano del Grappa.
Figli di Satana: setta clandestina, attiva in Piemonte, e dedita soprattutto alla profanazione
dei cimiteri di campagna.
Ierudole di Ishtar: un misterioso gruppo satanista tutto femminile, di cui si è scoperta traccia
a Pescara.
Tempio di Set: è il più importante gruppo satanico americano, fondato nel 1975 da Michael
Aquino. La filiale italiana si trova a Napoli, ed è stata accusata di aver organizzato una messa
nera nei sotterranei dello Stadio San Paolo.

Queste farneticazioni avevano il solo scopo di creare allarme sociale in vista del giubileo cattolico. Quando, uno di questi amanti dei satanisti e collaboratore della Polizia di Stato, andava farneticando che in vista del giubileo qualcuno si sarebbe spogliato nudo in piazza san Pietro per fare una possibile dimostrazione contro Wojtyla.
Nel 1998 questa roba circolava alla luce del sole, ora viene usata nell’ombra per costruire odio e apprensione sociale.
Ci sono sempre imbecilli che vivono di traumi infantili, circondati da ombre di paura, rifugiati in un rapporto ambiguo con gli animali e pronti a scaraventarsi come lupi famelici contro chi potrebbe, nelle loro fantasie malate, attentare alla loro relazione.

Ma c’è un solo assassino e si chiama “macellaio di Sodoma e Gomorra”. Questo criminale assoluto si vanta di aver macellato tutti gli animali e gli uomini sulla faccia della terra col diluvio universale: ha sacrificato tutti per l’esaltazione del suo ego smisurato!


20 novembre 2012
Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo
P.le Parmesan, 8
30175 – Marghera Venezia
Tel. 3277862784

giovedì 15 novembre 2012

Tempio di Ara: come si individua una sètta!

E’ normale che le persone che sono attraversate da un sentimento religioso, che non trova corrispondenza nella religione dominante, tendano comunque ad imitare le strategie e le modalità usate dalla religione maggioritaria del paese in cui vivono. Cercare una diversa veicolazione della propria struttura emotiva implica uno sforzo che va al di là del presente che vivono per proiettarsi in un possibile futuro.
Per far questo è necessario un grande coinvolgimento emotivo (che comporta sofferenza) nelle dinamiche religiose della società in cui si vive. Non si può affermare che la religione del vicino possa essere accolta acriticamente. Si accoglie ogni individuo, qualunque sia la sua religione, ma non si accoglie acriticamente quanto attraverso lui la sua religione esprime.
Dire “Io sono Pagano” indica delle condizioni del proprio vivere il quotidiano che, dal punto di vista religioso, non è lo stesso che dire “Io sono cristiano” o “Io sono musulmano” o “Io sono buddhista” o, ancora “Io sono Neoplatonico” o “Io sono Stoico”.
Le parole hanno un significato e quando il significato non esprime esattamente quello che noi intendiamo, è nostro dovere riempire le parole che usiamo di significato che noi vogliamo attribuire loro.

Scrive L, del Tempio di Ara, intervistata da Sarah Bernini nel libro Voci Pagane II:

"Personalmente sono molto cauta nel divulgare quale la mia spiritualità e nel parlare dell'aspetto religioso della mia vita: in questi casi seleziono accuratamente i miei interlocutori per preservare me stessa e l'espressione più intima di ciò cui sento di appartenere."
Pag. 263

Commento spiccio: almeno, i Testimoni di Geova, parlano con tutti!

Significato per i bambini che privi dell'esperienza di "abitare il mondo" necessitano di spiegazioni più articolate:

Quando si fa religione o la religione la si tiene per sé stessi, allora si ha diritto al rispetto in quanto parte di sé stessi; quando la si manifesta agli altri, allora si ha diritto ad essere criticati, a rispondere alle critiche o a formulare l'esposizione. Si tratta del modo più elementare di trasmettere idee e conoscenza nella società mediante il confronto.

Diverso è quando una persona, una a caso, afferma "In verità, in verità ti dico..." e nel dirlo il tutto si conchiude nell'affermazione e non concorre al dialogo, all'analisi e alla critica.
I cristiani non criticano il loro Gesù quando dice: "In verità, in verità ti dico..." ne accettano le affermazioni perché ritengono che quelle siano fonte della verità a cui accedere.
Quando Gesù si trova davanti il Fariseo che gli contesta qualche cosa, come ad esempio che i suoi discepoli non seguono la tradizione,  lui diventa furioso e ai Farisei dice: "Come potete parlar bene voi malvagi come siete?".
Questo non è un modo di dialogare!
E’ un modo per chiedere accettazione acritica e sottomissione alla verità che sta rivelando.

Questo comportamento è un desiderio di autoprotezione che in campo religioso porta, l'individuo che deve esprimere idee religiose, a separare il suo interlocutore dalla società per poter controllarne le reazioni alle sue esternazioni: è il senso della sètta!
In qualunque modo ognuno di noi può immaginare una sètta.

Dal momento che il dibattito sociale mi può ferire, perché io non sono in grado di sostenere le mie idee, allora seleziono i miei uditori e parlo solo con essi.
Legittimo o illegittimo che sia, ho operato una separazione fra il mio interlocutore e la società affinché egli non attinga dal mondo per criticare, contestare o modificare le mie affermazioni che si rivolgono all’interlocutore col modello classico: “In verità, in verità ti dico...”.

Le attività di religione implicano sempre l'esposizione delle emozioni (se uno è una persona onesta) e l’individuo è sempre esposto ad essere ferito nell’intimo.
In Stregoneria, questo si chiama: “forgiare l’autodisciplina e plasmare il corpo luminoso”.

I Testimoni di Geova vengono spesso insultati, ma presentano il loro pensiero.
A volte lo fanno anche in maniera insistente, ma non si può dire che si separano dalla società. Magari separano alcuni individui da altre forme religiose, ma non dalla società. Non selezionano l'interlocutore per parlare di religione. Lo separano per coinvolgerlo, ma non per parlare di religione.

Preservare sé stessi, millantando senza esporre, è un comportamento proprio dei vangeli cristiani, non della Religione Pagana.

Se una persona chiama sé stessa “pagana” e non usa i metodi “pagani”, può e deve essere definita per l’insieme religioso da cui scaturiscono i metodi che usa.
Una persona può anche non avere coraggio. Però, per costruire il coraggio, la mancanza di coraggio deve essere percepita come una mancanza, una lacuna, che la persona deve colmare. In sostanza, se una persona non ha il coraggio di esporsi, la sua strategie religiosa, per percorrere un sentiero religioso Pagano, è quella di dotarsi degli strumenti con cui essere coraggiosa nella sua quotidianità.

La strategia per proteggersi dalla possibilità di essere feriti, non può rientrare nella strategia religiosa del Pagano. La società cristiana tende sempre a ferire le persone che hanno pensieri diversi dal cristianesimo, ma il Pagano deve costruire una società in cui nessuno debba essere ferito nelle proprie emozioni. Per far questo è necessario che le proprie emozioni siano armate di giustificazioni solide e culturalmente consistenti. Fa parte della strategia religiosa del cristiano seminare il timore nelle persone per il mondo in cui vivono. Questo timore costringe le persone a rimanere dentro al gregge. Ma il Pagano non ha né gregge, né sètta, né anziani cui obbedire.



15 novembre 2012
Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo
P.le Parmesan, 8
30175 – Marghera Venezia
Tel. 3277862784

venerdì 5 ottobre 2012

Rino Fisichella e l'ignoranza dei cristiani sulla dottrina della loro fede

Effetto fede cattolica
Ha ragione Fisichella: i cristiani sono degli ignoranti nelle questioni che riguarda la fede cattolica.
Non si tratta di un’ignoranza dovuta all’incapacità di quei cristiani di leggere i testi sacri della chiesa cattolica, si tratta piuttosto di una “legittima difesa” fra ciò che ritengono giusto in una società democratica e l’odio per gli uomini del quale trasudano i testi sacri della chiesa cattolica.
Davvero al principio Costituzionale secondo cui tutti gli uomini sono uguali, la chiesa cattolica pensa che i cattolici accettino più volentieri che tutti gli uomini devono essere ugualmente in ginocchio davanti al dio padrone e i suoi rappresentanti?
Davvero Fisichella ritiene che davanti al principio Costituzionale secondo cui le persone sono padrone del loro corpo, i cattolici possono accettare il principio secondo cui dio, Gesù o i suoi rappresentanti possono stuprare i loro corpi facendone ciò che ritengono opportuno?
Davvero Fisichella ritiene che davanti al principio Costituzionale della Libertà religiosa, i cattolici possono preferire di attuare l’ordine di Gesù di “Scannare chi non si mette in ginocchio davanti a lui”?
Davvero Fisichella ritiene che davanti al principio Costituzionale secondo cui la Repubblica riconosce i diritti inviolabili dell’uomo, i cattolici possano preferire i diritti inviolabili del dio padrone e dei suoi rappresentanti nei confronti degli uomini (compreso il genocidio e lo sfracellare la testa dei bambini sulle pietre)?
Davvero Fisichella ritiene che davanti al principio Costituzionale secondo cui “tutti hanno il diritto di professare liberamente la propria fede religiosa”, i cattolici possono preferire l’ordine del loro dio padrone di “ammazzare chi adora altri Dèi”?
E’ vero, i cristiani cattolici hanno troppo analfabetismo religioso. Anziché sottomettersi ai testi sacri cristiani e obbedire all’ordine di Mosé di ammazzare parenti e figli, preferiscono pensare ad un sistema religioso che, sia pur sempre cristiano, sia di fatto eretico perché più vicino alle esigenze sociali.
Che ne direbbe Fisichella di far capire ai cattolici che il diritto dei preti cattolici di stuprare bambini deriva dall’Imitazione di cristo del Vangelo di Marco in cui un giovinetto nudo seguiva Gesù e che questa attività è l’unica attività sessuale di Gesù in tutti i vangeli?
Che ne direbbe Fisichella di far capire ai cattolici che la dichiarazione, il magnificat, di Maria, imposto alle donne, altro non è che la negazione del cittadino e l’esaltazione della schiava prostituta?
Che ne direbbe Fisichella di far capire ai cattolici che la frusta con cui Gesù scaccia i mercanti dal tempio è la legittimazione che Hitler ha dato alla soluzione finale con i campi di sterminio?
Ecc. Ecc.

I cristiani hanno bisogno di un altro tipo di religione. Anche se la televisione tempesta i cittadini di programmi di sottomissione cristiana, non è che i cittadini non vivano la contraddizione fra ideologia cristiana ed esigenze sociali. Anche se Giorgio Napolitano intende nascondere che tutta la corruzione politica è cristiana-cattolica, non è che il cittadino non riconosca la struttura morale cattolica dei comportamenti criminali.
Riporto dal giornale La Stampa:

Fisichella: “Tra i cristiani troppo analfabetismo religioso”
5/10/2012
 

Perché, si chiede l’arcivescovo, tanti credenti sono profondamente esperti nelle loro professioni e sulla fede hanno un vago ricordo del Catechismo?
L’Anno della Fede, che sarà aperto l’11 ottobre, a 50 anni dal Concilio, «è innanzitutto una opportunità che la Chiesa ha per restituire a molti cristiani il desiderio di essere veramente tali, vale adire ravvivare il dono della fede e soprattutto essere anche nella condizione di conoscere la fede». Lo dice, in un’intervista, l’arcivescovo Rino Fischella, presidente del Pontificio Consiglio per la Nuova Evangelizzazione.
«Quello che noi oggi certamente verifichiamo - afferma – è un profondo analfabetismo che tocca anche i contenuti basilari della fede. Accompagnato anche dalla incapacità a saper dare delle ragioni del perché si è cristiani». Secondo Fisichella, quindi, occorre «da un lato riprendere con seria considerazione il tema della propria formazione: non è pensabile che noi abbiamo tanti cristiani che sono profondamente esperti nelle loro materie e professionalità e sui contenuti della fede hanno un vago ricordo del Catechismo della Prima Comunione. E dall’altra «ci auguriamo realmente che l’Anno della Fede possa diventare opportunità perché i credenti abbiano a ritrovare il gusto della preghiera e della partecipazione soprattutto alla messa domenicale».
Il capodicastero vaticano spiega che «noi veniamo da un lungo periodo in cui l’essere credenti è equivalso ad appartenere a una tradizione. Oggi non è piu cosi». «Dati sociologici - sottolinea - ci mostrano come i sacramenti dell’iniziazione hanno una notevole diminuzione dovuta al fatto che siamo dinanzi a una nuova forma di ateismo». Per cui, secondo Fisichella, occorre «motivare presso i credenti» che non basta più «una appartenenza geografica di fatto cattolica, e neppure una tradizione familiare», ma che essere cristiani è «una scelta a cui deve corrispondere una conoscenza dei contenuti, cui si aderisce liberamente perché fede è scelta di libertà, e dall’altra parte deve sollecitare a uno stile di vita coerente con la propria scelta». 

Tratto da:
http://vaticaninsider.lastampa.it/homepage/vaticano/dettaglio-articolo/articolo/fede-faith-fe-18689/

L’anno della fede, per i cattolici, è l’anno della legittimazione della patologia psichiatrica da dipendenza psicologica dall’idea di un’onnipotenza alla quale sottomettere l’individuo e il suo futuro.
L’anno della fede è l’anno in cui i cattolici tentano di legittimare la loro violenza sull’infanzia: tutti i cattolici violentano la struttura psico-emotiva dei bambini costringendoli in ginocchio davanti al crocifisso, qualche cattolico li stupra anche fisicamente.
Questa è la fede di Fisichella: è violenza e odio sociale in funzione di un dio padrone al quale sottomettere la società.
Mentre noi viviamo in una società democratica retta sui principi Costituzionali che tanta fatica hanno comportato, Fisichella vuole imporre la monarchia assoluta come da dottrina del suo dio padrone.

Entra nel circuito del pensiero religioso, sociale, economico ed etico della Religione Pagana!

06 ottobre 2012
Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo
P.le Parmesan, 8
30175 – Marghera Venezia
Tel. 3277862784
e-mail claudiosimeoni@libero.it



lunedì 1 ottobre 2012

Gesù, Fiorito, Polverini e gli insegnamenti dell'amministratore infedele nel vangelo di Luca

Da dove ha imparato Fiorito a svolgere la sua attività di amministratore?
In quale manuale di economia criminale Fiorito ha imparato ad agire come i giornali stanno scrivendo?
E perché mai Bagnasco, con l’ipocrisia degna dei peggiori criminali da strada, dopo aver sponsorizzato la giunta Polverini contro la radicale Bonino, ben sapendo che tipo di personaggi aveva arruolato la Polverini, se ne viene fuori con dichiarazioni socialmente offensive come queste:

Secondo Bagnasco, il fatto "che l'immoralita' e il malaffare siano al centro come in periferia non e' una consolazione, ma un motivo di rafforzata indignazione, che la classe politica continua a sottovalutare. Ed e' motivo di disagio e di rabbia per gli onesti". Bagnasco si domanda: "possibile che l'arruolamento nelle file della politica sia ormai cosi' degradato?"- "Si parla di austerita' e di tagli, eppure - osserva il presidente della Cei - continuamente si scopre che ovunque si annidano cespiti di spesa assurdi e incontrollati. Bisogna certo che gli stessi cittadini, che pure oggi sono cosi' scossi, insieme al diritto di scelta dei propri governanti esercitino un piu' penetrante discernimento, per non cadere in tranelli mortificanti la stessa democrazia". Ecco perche' - conclude Bagnasco - superando idiosincrasie ideologiche, e' necessario tenere saldo il legame con quei valori che fanno parte della nostra storia e ne costituiscono il tessuto profondo; tessuto che a qualcuno sembra talmente acquisito da non aver bisogno di attenzione e di presidio alcuno, e da altri e' guardato con sospetto o insofferenza".

Tratto da:

http://www.agi.it/in-primo-piano/notizie/201209250808-ipp-rt10008-bagnasco_corruzione_e_scandali_zavorra_inaccettabile

Non nelle file della politica, ma nelle file dei politici cattolici. Nelle file di chi, alla Costituzione Democratica ha sostituito la monarchia assoluta del dio padrone cristiano e di quel Gesù che ordina di scannare chi non si mette in ginocchio davanti a lui.
Eppure, Bagnasco sa bene da dove Fiorito, detto Batman, ha imparato il manuale del comportamento economico del buon cittadino.
Lo ha imparato a catechismo. Lo ha imparato dalla chiesa cattolica che esaltava il comportamento con cui Gesù indicava nella disonestà un valore morale: gli stessi valori della che la chiesa cattolica continua a predicare.
E’ Gesù che indica come rubare e dividere il bottino in modo da assicurarsi dei vantaggi anche in futuro. Quando vieni scoperto e privato della possibilità di continuare a rubare.
Gesù che è un ladro che non ha mai lavorato un giorno in vita sua, sa bene come distribuire il mal tolto e nel Vangelo di Luca è spiegato come Gesù indicava di derubare le persone e che cosa farne del maltolto.
Riporto dal Vangelo d Luca 16, 1-12

Diceva poi anche ai discepoli: “C'era un uomo ricco il quale aveva un fattore che gli fu denunciato come dilapidatore dei suoi beni. Lo chiamò adunque e gli disse:
- Cos'è che sento dire di te? Rendimi conto della tua amministrazione, perché d'ora innanzi non potrai più reggere l'amministrazione. - Il fattore disse tra sé: - Che cosa farò, visto che il mio padrone mi toglie l'amministrazione? Per zappare non ho forza e a mendicare mi vergogno. So ben io quel che farò perché ci sia qualcuno che m'accolga in casa sua quando sarò rimosso dall'amministrazione. - E convocati uno per uno i debitori del suo padrone, disse al primo: - Quanto devi al mio padrone? - Quegli disse: - Cento barili d'olio. - Egli gli disse: - Prendi la tua nota, mettiti a sedere e scrivi subito cinquanta. - Poi disse ad un altro: - E tu quanto devi? - Quegli disse: - Cento carichi di grano. - Gli dice: - Prendi la tua nota e scrivi ottanta. - 8 Or il padrone lodò quel fattore disonesto perché aveva agito con scaltrezza. Giacché i figli di questo mondo, nei rapporti coi loro simili, son più scaltri dei figli della luce. E anch'io vi dico: - Fatevi degli amici col denaro disonesto affinché quando questo vi verrà a mancare essi vi accolgano sotto le tende eterne. Chi è fedele nelle minime cose, è fedele anche nel molto e chi è disonesto nelle minime cose, è disonesto anche nel molto. Se voi dunque non siete stati fedeli col denaro disonesto, chi mai vi affiderà i beni veraci? E se non vi siete mostrati fedeli con quello degli altri, chi vi darà ciò che vi spetta?


Dal Vangelo di Luca 16, 1-13

Fiorito e tutti gli altri amministratori regionali e comunali hanno imparato a saccheggiare la società andando a catechismo e legittimano la loro attività di devastatori della società esponendo il crocifisso. Nelle loro azioni non c’è il principio Costituzionale, secondo cui il pubblico amministratore deve svolgere la sua funzione con onore, ma c’è il principio di Gesù secondo cui solo le persone furbe possono rubare e spartirsi il bottino. Per permettere alla chiesa cattolica di fare la parte del “buon samaritano” hanno sottratto fondi all’assistenza di invalidi e della scuola pubblica: questi squallidi hanno imparato bene la lezione di Gesù.
In questo modo Gesù può distruggere la società civile.
Non è forse la stessa cosa che ha insegnato Gesù e che Fiorito ha messo in pratica?
Riporto:

Fiorito: "Ecco come ci mettevamo d’accordo per spartirci i soldi"
26.09.2012
L’ex tesoriere: era una strategia studiata a tavolino e concordata a voce affinché non risultasse niente di scritto nel bilancio
Grazia Longo
roma 


La distribuzione dei fondi elettorali alla Regione Lazio? Non solo una scelta condivisa «tra i cinque partiti che componevano l’Ufficio di presidenza del consiglio regionale». Ma anche il frutto di «una strategia studiata a tavolino a e concordata a voce affinché non risultasse niente di scritto nel bilancio: si attingeva dalle voci manutenzione, telefonia e comunicazione».

La fotografia di come venivano suddivisi i soldi dei contribuenti per foraggiare le «spese elettorali» emerge dall’interrogatorio di Franco Fiorito, la settimana scorsa di fronte al procuratore aggiunto Alberto Caperna, il pm Alberto Pioletti e la guardia di finanza.
«Nel 2011 vennero stanziati 17 milioni e mezzo di euro, di cui 14 destinati a tutti partiti e 3 milioni e mezzo alla presidenza del consiglio regionale» spiega l’ex capogruppo e tesoriere del Pdl regionale indagato per peculato, che poi aggiunge tutti i dettagli di com’è avvenuta «la spartizione». Si è trattato di «un’intesa a parole, fuori sacco, come eravamo soliti definirla, tra Partito delle libertà, Partito democratico, Unione di centro, Italia dei valori e Lista Polverini».
Anche la governatrice neo dimissionaria, Renata Polverini, quindi «non poteva non sapere di come veniva suddiviso il denaro. Non solo perché era lei stessa una consigliera regionale, ma perché uno della sua squadra, Gianfranco Gatti, sedeva nell’ufficio di presidenza del consiglio regionale». Gatti ricopriva l’incarico di «consigliere segretario» insieme a Isabella Rauti (Pdl, moglie del sindaco di Roma Gianni Alemanno) e Claudio Bucci (Idv). Oltre al presidente del consiglio regionale Mario Abbruzzese sedevano i due vice presidenti Raffaele D’Ambrosio (Udc) e Bruno Astorre (Pd). «Sono stati loro - prosegue l’indagato - , con l’avvallo tecnico del segretario dell’ufficio di presidenza Nazzareno Cecinelli, a stabilire la quota del denaro che doveva servire a finanziare i partiti. Ci furono alcune integrazioni in corso d’opera, e quelle risultano nelle apposite delibere, ma in generale i soldi venivano presi da altre voci, da altre capitoli di spesa».
Quali? Fiorito, assistito dall’avvocato Carlo Taormina, dichiara a verbale: «Il denaro veniva prelevato dalle voci di manutenzione, telefonia e comunicazione del bilancio». Quando viene chiesto all’ex capogruppo se quei milioni di euro venissero sottratti da capitoli di spesa come la scuola o la sanità, lui risponde di «no, solo da quelle voci che riguardano l’attività generale del consiglio». Ogni gruppo regionale riceveva poi una quantità di soldi in base al numero dei consiglieri eletti. A quel punto «la gestione dei fondi era stabilita all’interno dei singoli gruppi consiglieri. Io ad esempio davo ad ognuno dei 16 miei compagni 100 mila euro all’anno». L’ex sindaco di Anagni precisa inoltre che la spartizione delle sovvenzioni per le spese elettorali avveniva «a cadenza trimestrale, sempre con lo stesso espediente contabile. E comunque era una prassi a norma di legge, come stabilito dalla legge regionale 6 del 1973». 

Tratto da:

http://www.lastampa.it/2012/09/26/italia/politica/fiorito-ecco-come-ci-mettevamo-d-accordo-per-spartirci-i-soldi-tuna7k3mPD9AspYT3Pa8nM/index.html

E’ Gesù, attraverso la chiesa cattolica, che sta attentando ai principi Costituzionali alimentando il disagio e la distruzione sociale.
Alla domanda: perché i politici sono così ladri?
La risposta è: perché sono andati a catechismo che li ha separati dai diritti e doveri che la nostra Costituzione ha imposto alla società civile.
E domani?
Se non saranno cacciati gli insegnamenti dei valori criminali propri di Gesù e imposti dalla chiesa cattolica, la nostra democrazia sarà sempre menomata e vivrà atti di sofferenza imposti dall’odio cristiano per il benessere delle persone.

Entra nel circuito del pensiero religioso, sociale, economico ed etico della Religione Pagana!
01 ottobre 2012
Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo
P.le Parmesan, 8
30175 – Marghera Venezia
Tel. 3277862784
e-mail claudiosimeoni@libero.it



venerdì 17 agosto 2012

Il piacere del dio cristiano di macellare bambini e la vigliaccheria di Gesù nel non condannarlo.


Al dio degli ebrei e dei cristiani piace tanto sbattere le teste dei bambini sulle pietre.
Se il dio dei cristiani e degli ebrei si diverte a sfracellare le teste dei bambini sulle pietre, che cosa vieta ai preti cattolici di sbattersi il culo dei bambini?
Se i magistrati non sono in grado di processare per delitto contro l’umanità (i delitti contro l’umanità non vanno mai in prescrizione) il dio padrone dei cristiani che ordina il genocidio, come possono i magistrati e la Polizia di Stato perseguire i preti stupratori di bambini che impongono la fede con la violenza in disprezzo della Costituzione della Repubblica?
Scrive la bibbia ebrea e cristiana sull’incitamento all’odio del loro dio contro gli Esseri  Umani:

Perciò scrollerò i cieli,
e vacillerà la terra nel suo sito,
per l’indignazione di Jahve Sebaot
nel giorno del suo furore incandescente.
E sarà ognuno qual gazzella cacciata,
e qual gregge senza chi lo raduni:
ognuno si volgerà verso il suo popolo,
e ognuno fuggirà verso la propria terra.
Chi sarà acchiappato sarà trafitto,
e chi sarà preso cadrà di spada.
E i loro fanciulli saranno sfracellati sotto i loro occhi,
saranno saccheggiate le loro case, e le loro donne violate.
Ecco, io susciterò contro di loro i Medi,
che non cureranno l’argento,
né si diletteranno dell’oro.
E gli archi atterreranno i giovani,
e del feto non avranno pietà;
il loro occhio non risparmia i fanciulli.
Isaia 13, 13-18

Bibbia di ebrei e cristiani. Tratto da la “sacra bibbia” ed. Garzanti ottobre 1964

Il piacere i macellare bambini del dio padrone della bibbia di ebrei e cristiani è rivoltante:

Venne, si fermò dinanzi a lui e disse: “Tuo figlio, Benadad, re di Aram, mi ha mandato a dirti: - Guarirò da questa malattia? –“ Gli rispose Eliseo:  “Va’, digli – Guarirai di certo! – Jahve però mi ha mostrato che morrà”. Poi immobilizzò il suo volto e lo ritenne fino ad arrossire; infine l’uomo di dio pianse. Disse Hazael: “Perché il mio signore piange?” Rispose: “Perché ho avuto conoscenza di ciò che di male farai ai figli d’Israele: darai alle fiamme le loro fortezze, ucciderai i loro primogeniti con la spada, sfracellerai i loro lattanti e squarterai le loro donne incinte.” Disse Hazael: “Chi è questo cane di un servo che realizzerà una cosa tanto mostruosa?” Rispose Eliseo: “Jahve mi ha mostrato che tu sarai re di Aram”.

II Re 7, 9-13

Bibbia di ebrei e cristiani. Tratto da la “sacra bibbia” ed. Garzanti ottobre 1964

La costruzione del dominio e la diffusione della fede di ebrei e cristiani si costruisce come indica il loro dio padrone: macellando bambini.

Il dio di ebrei e cristiani è un soggetto che manifesta una vigliaccheria che lo rende estraneo al genere umano e la sua malvagità è immensa.
Come si permette il dio di ebrei e cristiani di offendere Babilonia dandogli della “figlia di babele” o della ladra?
E se lo avesse fatto con Londra, Parigi, New York? Allora, l’abbattimento delle torri gemelle, l’11 settembre, sarebbe stato giustificato?
Se i morti dell’11 settembre a New York furono colpiti ingiustamente e la mano che gli ha colpiti è una mano che seminava terrore, non è forse incitamento al terrorismo quello che fa il dio degli ebrei e dei cristiani quando proclama:

O figlia di Babele, ladra:
beato chi darà a te la stessa moneta
con la quale ci hai pagato!
Beato chi potrà afferrare
I tuoi bambini
E sfracellarli contro la roccia!

Salmo 137 (136), 8-9

Bibbia di ebrei e cristiani. Tratto da la “sacra bibbia” ed. Garzanti ottobre 1964

Il dio degli ebrei e dei cristiani si compiace di violentare le persone e distruggere il loro futuro. Che il dio di ebrei e cristiani deliri, farneticando un’onnipotenza che è solo quella del vigliacco impotente, è un conto, ma che tale vigliaccheria farneticata venga imposta ai bambini da magistrati e da Polizia di Stato che antepongono i doveri loro imposti dalla Costituzione all’adorazione di questo criminale che rappresentano minacciando i cittadini col crocifisso, è un’ingiuria a tutti i cittadini.
La Polizia di Stato e i Magistrati, al fine di violare la Costituzione e minacciare di morte i cittadini davanti ai quali si ergono come tanti dio padrone, non si comportano forse come il dio di ebrei e dei cristiani (anziché come impone la Costituzione)?

Pensi tu di valere più di No Amon,
che superba si ergeva fra i fiumi?
Era circondata dalle acque;
il mare le serviva da bastione,
i canali le facevano da muro.
L’Etiopia e l’Egitto erano la sua forza;
era praticamente senza confini.
Persino Put e i Libi le prestavano aiuto.
Eppure anch’essa fu devastata,
andò schiava, in esilio.
I suoi fanciulli furono sfracellati
In capo a ogni strada.
I suoi nobili furono vilmente sorteggiati,
tutti i suoi dignitari avvinti in catene.

Hahum 3, 8-10

Bibbia di ebrei e cristiani. Tratto da la “sacra bibbia” ed. Garzanti ottobre 1964

C’è nel dio padrone di ebrei e cristiani questo piacere che spinge al genocidio. A distruggere ogni futuro degli Esseri Umani. Una distruzione che mettono in atto magistrati e Polizia di Stato  che collaborano con i cattolici a violentare i bambini affinché siano sottomessi al loro dio assassino.
Il crocifisso appeso nelle Questure italiane è il marchio d’infamia e di inciviltà di ogni Poliziotto Italiano che porta la vergogna del suo odio contro la Costituzione della Repubblica e rappresenta il disprezzo del Magistrato per le leggi dello Stato che sostituisce con il proprio tornaconto personale nello sbattere la testa degli imputati contro le pietre.
E’ il dio degli ebrei il mandante dei campi di sterminio. Come il dio degli ebrei e dei cristiani ordina di spaccare le teste dei bambini e di macellare tutti, così i nazisti, con la complicità del Vaticano che esalta il macellaio di bambini come il suo dio padrone, hanno macellato milioni di persone per la gloria del dio della bibbia di ebrei e cristiani.


17 agosto 2012
Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo
P.le Parmesan, 8
30175 – Marghera Venezia
Tel. 3277862784
e-mail claudiosimeoni@libero.it

martedì 15 maggio 2012

Stimolare la violenza sui bambini per aumentare le vocazioni da prete cattolico oggi in calo


Violentare bambini per imporre la fede nella religione cattolica, è il progetto della chiesa cattolica.
“Nessuno nasce sacerdote”, recita il manifesto della chiesa cattolica svizzera. In effetti nessuno nasce cristiano. Si nasce cittadini, non con un’etichetta religiosa appiccicata addosso. L’etichetta religiosa può essere assunta o per libera scelta o per violenza e la chiesa cattolica pratica la violenza sui minori affinché questi facciano propria la fede cattolica diventando dipendenti di un padre-dio-padrone che è legittimato a violentarli.
Infatti, nella bibbia ebrea e cristiana, non esiste la proibizione della pratica della pedofilia e della pederastia ad opera dei padri sui figli (vedi Levitico 18) in quanto, per ebrei e cristiani, i figli sono oggetto di possesso dei padri in quanto rappresentanti di dio che impongono quel modello al bambino.
Quel “...preghiamo per le vocazioni” significa: “facciamo violenza ai bambini affinché abbiano la vocazione di far violenza a loro volta ad altri bambini”.
La campagna pubblicitaria, ideata dal seminario diocesano san Carlo di Lugano, ha lo scopo di alimentare la violenza sui minori al fine di “incoraggiare” le vocazioni che sono in forte calo.
La pubblicità è accompagnata da un’immagine che ha la funzione di alimentare nell’osservatore la “bellezza” nel far violenza ai bambini: un bambino vestito da prete cattolico! L’immagine è quella del “bambino che si dà al prete cattolico al fine di ottenere di essere prete cattolico a sua volta”.
Riporto la notizia:


Un vero e proprio tornado si è scatenato intorno alla chiesa cattolica svizzera a seguito di una locandina che da tempo viene distribuita nelle parrocchie del Canton Ticino, nel quale la frase “Nessuno nasce sacerdote, preghiamo per le vocazioni” è accompagnata dalla foto di un bambino vestito da prete. La campagna pubblicitaria è stata ideata dal seminario diocesano San Carlo di Lugano per “incoraggiare” le vocazioni che sono in forte calo


Tratto da:

I magistrati si guardano bene dallo stimolare la società affinché dia ai bambini strumenti giuridici adeguati per diventare cittadini consapevoli. Preferiscono imporre ai bambini la porcata dei dieci comandamenti per poterli truffare meglio una volta adulti.
Così i preti cattolici possono usarli come oggetti di possesso del loro dio continuando a distruggere la società civile.
Quando i bambini saranno protetti dalla violenza criminale dei preti cattolici?


15 maggio 2012
Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo
P.le Parmesan, 8
30175 – Marghera Venezia
Tel. 3277862784


domenica 13 maggio 2012

Diffondere la fede cattolica mediante la pedofilia, pederastia e la violenza sui minori.


Perché stupirsi se il Gip del Tribunale di Savona, Fiorenza Giorgi, archiviando il procedimento penale contro il vescovo cattolico Dante Lafranconi che era sotto processo per aver coperto abusi sessuali sui bambini quando era a capo della diocesi cattolica fra il 1992 al 2001. Date le attività omissive degli organi inquirenti che hanno permesso al Lafranconi di non essere processato nei tempi che la legge richiedeva, pur sapendo che era un adoratore di quel criminale in croce che fu arrestato col bambino nudo, e, nonostante ciò, non avevano messo in atto nessuna azione di protezione dell’infanzia. Pertanto il Gip Fiorenza Giorgi ha dovuto archiviare il provvedimento per prescrizione. Nel decidere l’archiviazione ha dichiarato che Lanfranconi Dante, vescovo cattolico, come il criminale crocefisso che adora, è un violentatore di bambini. Ha agito nascondendo la violenza sui bambini al solo fine di salvaguardare l’ingiusto profitto della chiesa cattolica trasformando i bambini in oggetti di possesso da stuprare e violentare.

Dice il Gip Fiorenza Giorgi nell'ordinanza:

"...perfettamente in linea con l'atteggiamento omissivo del Lafranconi risulta come la sola preoccupazione dei vertici della curia fosse quella di salvaguardare l'immagine della diocesi piuttosto che la salute fisica e psichica dei minori che erano affidati ai sacerdoti della medesima."

In pratica: salvaguardare il profitto derivante dalla commissione del reato. Ha obbedito alla direttiva Crimen Sollicitationis emanata da Giovanni XXIII e richiamata e attualizzata da Ratzinger per proteggere i preti pedofili e pederasti.
Domani, grazie a poliziotti che anziché osservare le leggi dello Stato, adorano il criminale in croce che fu arrestato col bambino nudo e imitato dai preti cattolici, altri bambini saranno violentati.Entra nel circuito del pensiero religioso, sociale, economico ed etico della Religione Pagana!


14 maggio 2012
Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo
P.le Parmesan, 8
30175 – Marghera Venezia
Tel. 3277862784

giovedì 2 febbraio 2012

Acqua luce bianca e truffa della chiesa cattolica contro gli ammalati



Nell’attività di truffa esistono tre elementi che concorrono: il tuffatore, il truffato e chi ha predisposto il truffato ad essere truffato. Questi tre elementi concorrono in ugual misura a costruire disagio sociale e profondo malessere.
In questo triangolo la Polizia di Stato, nella fattispecie la “squadra antisette”, svolge un ruolo criminale. Da un lato dovrebbe perseguire chi commette reati, ma dall’altro lato non persegue l’origine della truffa dalla quale i reati prendono sostanza e realtà: la chiesa cattolica!
La chiesa cattolica spaccia, come una dose di eroina, la miracolistica di Fatima, Medjugorje, Lourdes e altro. Violenta i bambini affinché credano nell’esistenza in questa possibilità e poi si stupisce se anziché ricorrere a quanto la società civile ha costruito, cercano il miracolo o credono nei miracoli promessi da truffatori.
Fintanto che non si perseguiterà la chiesa cattolica per spacciare miracoli come fossero delle dosi di eroina, ci sarà sempre grande spazio per i truffatori.
Tutti sono costretti a pensare nella possibilità del superenalotto, della vincita miracolosa, del miracolo che risolve loro la vita. Per questo, anziché cercare di migliorare la società, gli educati dalla chiesa cattolica, finiscono per aggredirla e peggiorarne le condizioni.
E’ l’ignavia della Polizia di Stato che anziché assumere i metodi propri dell’evoluzione e delle condizioni che provocano il disagio, alimentano, di fatto, il disagio salvo reprimere, qua e là, a seconda dei propri interessi, questo o quel reato che, di fatto, hanno collaborato affinché venga commesso.
Fatima, Lourdes, Mejugorje sono solo delle truffe che carpiscono la “buona fede” delle persone inducendole a credere nell’assurdo e nell’impossibile davanti al quale sacrificano la loro vita e le possibilità della loro esistenza.
Riporto l’articolo:




Cure'mediche'con acque sante, 39 denunce
Operazione nas ad Ancona, Milano, Venezia e Bari.



500 i pazienti

(ANSA) - ANCONA, 2 FEB - Promettevano cure mediche 'miracolose' a base di acque dei santuari di Lourdes, Fatima, Medjugorje a pazienti affetti da patologie anche gravi.Una biologa e altre 38 persone sono state denunciate dai cc del Nas ad Ancona, Milano, Venezia e Bari per associazione per delinquere, truffa, lesioni, esercizio abusivo della professione medica. Coinvolti circa 500 pazienti, di tutte le regioni d'Italia, tra cui alcuni malati di cancro, che si sono rivolti alle 'terapie' a base d' acqua santa.

Tratto da:
http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/topnews/2012/02/02/visualizza_new.html_72975915.html

Non sono da meno le vittime di scientology. Sono tutte vittime addestrata ad essere tali dai cristiani. Se Gesù fa i miracoli, perché non devono esistere altre situazioni che ti trasformino in superuomo?
Se la chiesa cattolica non alimentasse la sottomissione e la credenza acritica delle persone, scientology non avrebbe nessun spazio per truffare i suoi aderenti.
Riporto per dovere di cronaca la condanna di scientology in Francia ricordando che, senza Lourdes, Fatima, Medjugorje e altre promesse miracolistiche, tutti costoro non camperebbero. La responsabilità è sempre e tutta della Polizia di Stato che usa criteri d’azione propri dell’ottocento o del regime fascista anziché assumere quelli della Democrazia come definiti dalla Costituzione della Repubblica.
Riporto la notizia:

Francia: Scientology condannata truffa
Approfitto' vulnerabilita' ex adepti per sottrarre loro denaro

(ANSA) - PARIGI, 2 FEB - La corte di appello di Parigi ha condannato oggi per truffa e associazione a delinquere le principali strutture francesi di Scientology, confermando una sentenza precedentemente emessa. La giustizia rimprovera ai condannati di "avere approfittato della vulnerabilità di ex adepti per sottrarre loro importanti somme di denaro".Il Celebrity Centre e la libreria Sel dovranno pagare rispettivamente una multa di 400 mila e 200 mila euro di danni.

Tratto da:
http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/topnews/2012/02/02/visualizza_new.html_72976873.html

In sintesi, fatalità, oggi ci sono apparentemente due tipi di truffatori ma, guarda caso, tutti truffano le persone educate dalla chiesa cattolica affinché siamo pronte per essere truffate. Perché la Polizia di Stato non persegue i reati messi in atto dalla chiesa cattolica al fine di costringere la psiche delle persone in uno stato di soggezione e impotenza che le condanna ad essere truffate?
Perché, in fondo, alla Polizia di Stato conviene: alimentando quelle truffe. Possono portare a casa lo stipendio senza essere costretti ad assumersi “responsabilità” rispetto a poteri forti che alimentano la violenza nella società civile. In fondo, per un poliziotto, è più facile e conveniente costringere un bambino in ginocchio davanti ad un crocifisso che non agire nei confronti del prete cattolico che costringe il bambino a pregare costringendolo a far dipendere la propria psiche dall’idea di un dio padrone che viene anteposto ai diritti Costituzionali dei quali il bambino dovrebbe essere consapevole.
In fondo, non gli sta spezzando un braccio gli spezza solo la psiche.

Entra nel circuito del pensiero religioso, sociale, economico ed etico della Religione Pagana!

02 febbraio 2012
Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo
P.le Parmesan, 8
30175 – Marghera Venezia
Tel. 3277862784
e-mail claudiosimeoni@libero.it