LA VERITA'

La verità si divide in "verità di fede" e "verità di tortura". Della verità pura e semplice non frega niente a nessuno.

sabato 12 ottobre 2013

Phyllis Curott, Osama bin Laden riflessioni sull’origine religiosa dei disastri sociali.

Il seminario che sarà tenuto da
Phyllis Curott e le perplessità che suscita
Il nomadismo religioso è un fenomeno prodotto dall’insoddisfazione soggettiva 
per l’educazione religiosa cattolica ricevuta. Il cattolicesimo, con la sua violenza sui ragazzi, è l’artefice in un grande numero di persone di un’insoddisfazione religiosa. Questa insoddisfazione data, dallo stridere fra idealità e realtà della chiesa cattolica, porta queste persone a cercare continuamente la realizzazione della veicolazione delle pulsioni subite nell’infanzia in rappresentazioni cattoliche vestite con un altro nome.

Per esempio, la provvidenza divina assume il nome di previsioni astrologiche, tarocchi, divinazioni.

Un individuo educato nel cattolicesimo difficilmente riesce ad abbandonare la maniglia di salvataggio messianica. Questa attesa di realizzazione messianica la cercherà nei tarocchi o nell’astrologia perché la bocca del prete cattolico, da cui procede il messianesimo in campo cattolico, ha dimostrato, nella sua esistenza, di essere una bocca bugiarda.
Tarocchi e astrologia sono la
spazzatura culturale della
wicca spacciata per stregoneria

In questo contesto, gli insoddisfatti cattolici, diventano un mercato in cui spacciare forme di messianesimo provvidenziale che attenua la loro sete di dipendenza da un’illusione divina della quale non riescono a liberarsi.

Questi cattolici sono una “massa di manovra” che in alcuni contesti specifici possono diventare assai pericolosi. Basta assumere come esempio di Osama bin Laden, tanto caro agli USA. Osama bin Laden non era cattolico? E’ vero, ma noi non distinguiamo il cattolicesimo in base alla forma della veicolazione emotiva che assume la coercizione educazionale. Noi assumiamo a parametro della nostra definizione la coercizione educazionale che è uguale nel cattolicesimo italiano come nell’islam saudita. Partendo da quella coercizione gli individui reagiscono mettendo in atto le loro strategie che possono essere strategie di maggiore coercizione o di sfruttamento della coercizione, come Osama bin Laden e coloro che fanno tarocchi o astrologia, o che possono essere strategie di liberazione come coloro che confinano la Sharia nell’ambito religioso sottoponendola a leggi sociali laiche o coloro che condannano Gesù che ordina di scannare chi non si mette in ginocchio davanti a lui. Osama bin Laden sfruttò l’insoddisfazione dei musulmani che non gradivano il “moderatismo” religioso dei vari governi. Questi musulmani, come cattolici insoddisfatti, furono arruolati inizialmente dagli USA per combattere le spinte sociali laiche nei paesi del medio oriente e il tentativo di influenza sovietica. Gli USA si sono costruiti il nemico ideale da usare sia per la propaganda interna che per la destabilizzazione di paesi che potrebbero rafforzare le loro economie.

Il nomadismo religioso è un terreno ideologico in cui si può innestare qualunque processo di destabilizzazione sociale e individuale qualora i mezzi e le condizioni di chi lo innesta, disponendo di grandi capitali, siano favorevoli.
Ricerca ossessiva del miracolo viene sollecitata
con "purificazione e guarigione" come se la Stregoneria
non avesse lavorato per costruire
la medicina "ufficiale"
Per usare questo nomadismo religioso a favore di progetti di destabilizzazione sociale è necessario che le persone rimangano nel campo della condizione emotiva imposta dalla religione educante (in questo caso, cattolica, musulmana o buddista), non elaborino un sistema religioso complesso alternativo capace di veicolare il sistema pulsionale in maniera diversa, esternino la necessità di veicolare le loro pulsioni in una visione messianica, apocalittica, attendistica di un evento che si realizza mediante la loro azione violenta.

La povertà dell’ideologia proposta, la superficialità delle affermazioni, l’adesione alle aspettative educazionalmente imposte, la riproduzione delle illusioni religiose delle persone e l’attesa messianica sono gli ingredienti esplosivi del pericolo delle organizzazioni che sfruttano la manipolazione mentale fatta sui bambini dal cristianesimo (cattolicesimo in Italia), dall’Islam (in tutte le sue forme) o dai buddhisti (in particolare lamaisti).

Questa forma di miseria ideologica viene proposta in Italia da Phyllis Curott che all’attesa messianica cattolica somma tarocchi e astrologia proponendo ai cattolici di sostituire il loro dio padrone con la dea padrona (cosa del resto già fatta da un papa cattolico che dichiarò che “dio è madre”).

Questo atteggiamento è proprio della wicca che pretende di trasformare in forma religiosa la pulsione messianica mediante la realizzazione dell’avvento nel pronostico dei tarocchi o dell’astrologia. Ciò che è immondizia della cultura, volta a soddisfare l’attendismo psichico delle persone, Phyllis Curott vuole trasformarlo in religione con cui controllare le persone. E’ lo stesso meccanismo psicologico con cui Osama bin Laden separò i musulmani suicidi dalle associazioni ufficiali dei musulmani che, contro questi comportamenti suicidi, nel corso della storia avevano sviluppato anticorpi ideologici molto efficaci.
Religione e premi in palio si fanno fesse le persone
alla ricerca di una dimensione spirituale
che viene disarmata culturalmente: come il cattolicesimo

L’idea dell’uso terroristico della wicca era già stata lanciata da ambienti “equivoci” nascosti sotto l’idea di un romanzo di fantascienza. Un po’ come nascondere la calunnia e la diffamazione sotto un’azione satirica. Il romanzo, scritto da Margaret St. Clair e pubblicato nel 1963 si intitolava “Il segno della doppia ascia” e descriveva come i seguaci della wicca distruggevano il mondo con un’arma batteriologica. Erano gli stessi tempi in cui la Cia finanziava il Dalai Lama per fare le insurrezioni anticinesi in Tibet.

Lo sfruttamento dei tarocchi e dell’astrologia messo in atto da Phyllis Curott fa parte di quel sottobosco superstizioso cattolico che è stato usato da alcuni inglesi (Crowley, Gardner, Leland ecc.) che pensavano agli italiani come degli “uomini primitivi” o dei selvaggi che si curavano con misture di “aglio, olio e peperoncini”. Un’idea costruita dai contadini italiani emigrati a fine 800 in America e che nell’aglio, olio e peperoncino cercavano una loro identità.

Quanto sia povera e squallida la proposta religiosa di Phyllis Curott, posto l’estratto della presentazione di un suo seminario a Roma:


RIPORTO DALLA PAGINA ANNUNCIO...

IL SENTIERO DELLA DEA
Un weekend di saggezza, crescita spirituale e magia naturale
con
PHYLLIS CUROTT

https://www.facebook.com/events/550865824967511/

Consulti privati
Phyllis Curott è disponibile per consulti individuali di tarocchi durante la sua permanenza a Roma. Per informazioni e prenotazioni contattare: lelaina_leo...hotmail.com
Il seminario di Currott in cui si offendono le lotte
per l'emancipazione della donna nella società
trasformando le pulsioni in divine anziché sociali.

*NB – il workshop è aperto ai maggiorenni, i minorenni possono partecipare solo presentando l’autorizzazione scritta dei genitori, o di chi ne fa le veci, con firma autografa e fotocopia della carta d’identità della persona che fornisce l’autorizzazione.

Phyllis Curott .....phylliscurott.com/ è sacerdotessa wicca dal 1981 ed è una figura di primo piano nella spiritualità femminile e nell’ecospiritualità. È avvocato e autrice del best-seller autobiografico.
 
---FINE CITAZIONE---

L’intento di truffare le persone sfruttando il loro bisogno religioso e la loro impreparazione culturale è evidente nelle intenzioni di Phyllis Curott.
Coinvolgere le persone in aspettative da risolvere con i tarocchi sfruttando la pulsione messianica imposta nelle persone dall’educazione cattolica.

Anni fa arrivò con grande clamore in Italia la "veggente della Casa Bianca" con centinaia di ascoltatori alle conferenze: che fine ha fatto? Ogni tanto ci sono statunitensi ignoranti (o furbi) che vengono a prendere per i fondelli gli italiani promettendogli un luminoso avvenire e ci sono italiani pronti a srotolare tappeti rossi pur di fare qualche soldo offendendo i bisogni religiosi di persone ingenue.

Poi, quando leggo che la fama della Phyllis Curott è stata costruita a tavolino con (riporto dall’evento su facebook):

“È stata definita dal New York Magazine “una delle pensatrici più originali e intellettualmente all’avanguardia del panorama culturale” e da Jane Magazine una delle Dieci Donne più Coraggiose dell’Anno, insieme a Hillary Clinton.”

Mi ricorda molto le azioni dei “servizi segreti” che costruiscono la fama delle persone per infiltrarle o usarle per costruire strutture di destabilizzazione nei vari paesi. Lo hanno fatto con i musulmani facendo propaganda al “pericoloso musulmano fervente” che andava infiltrato. Lo fecero i “servizi segreti” italiani con “padre mitra” per arrestare i brigatisti rossi (probabilmente lo hanno fatto con qualcun altro per controllare brigatisti o simili). Per quali scopi farlo con Phyllis Curott? Controllo del movimento pagano mediante l’imposizione di un leader e suo possibile uso... non necessariamente per operatività già programmate. Naturalmente è necessario che il pensiero religioso sia povero, fatto di slogan che lasciano libera l’immaginazione dei fedeli affinché lo riempiano di significato. Importante è che l’ideologia religiosa sia povera perché, così, se serve, un’ideologia religiosa più preparata, come quella dei preti cattolici, la può spazzare via facilmente. La miseria morale del pensiero religioso di Phyllis Curott è ben descritta nelle sue stesse dichiarazioni pubblicate da Sarah Bernini su Voci Pagane 2.

L’idea che il “movimento pagano” abbia bisogno di un leader è un’idea cristiana, Gesù e i suoi seguaci,  molto usata in ambito americano per avere il controllo dei movimenti religiosi: è una cosa abbastanza fastidiosa.

La Stregoneria è una cosa seria
non merce per imbonitori e truffatori
Questa necessità di un leader è una sorta di visione fallimentare “auspicata” da Sarah Bernini fin dal Voci Pagane vol 1 in cui il fallimento dell’altra americana, l’italo americana che si faceva chiamare Zoe Redbear, non viene fatto risalire alla stessa miseria culturale che propone Curott (la stessa Sarah Bernini scrive di aver collaborato attivamente con diffamatori di pagani, professionisti che facevano capo a tale Francesco Tuccia e altri citati nel suo libro e denunciati), ma alla “mancanza di carisma”, il Gesù padrone di turno: la solita americanata neo-nazista.
Si costruisce un personaggio che abbia una certa fama al fine di costringere un movimento a riconoscere la guida del “personaggio famoso”. Zoe Redbear ha fallito perché le sue intenzioni nascondevano intenti ambigui che, alla fine della sua presenza in Italia, allora,  ha tentato di nascondere affermando di essere diventata una guaritrice perché gli è apparsa Giunone, Minerva e qualcos’altro. Un’altra unta del dio padrone: come la Phyllis Curott. La Phillis Curott ha fatto lo stesso: gli è apparsa la madonna sotto forma di un viaggio sciamanico con visioni del futuro vicino a Paestum e a templi dedicati ad Hera e Poseidone (fonte Voci Pagane di Sarah Bernini).

Nel presentare Phyllis Curott, il promotore dell’evento su facebook dice:

“È Vicepresidente del Parlamento delle Religioni del Mondo, la più antica organizzazione interconfessionale del mondo...”

Il Parlamento delle Religioni del Mondo è un’organizzazione che ha lo scopo di garantire l’impunità delle attività criminali delle religioni nel mondo. Chi partecipa a quest’organizzazione non deve criticare il dio dei cristiani che ordina di ammazzare i sacerdoti di Baal; non può criticare il dio dei cristiani che ordina di macellare chi adora Dèi diversi; non può criticare il criminale Gesù arrestato col bambino nudo; non può condannare Gesù che ordina di scannare chi non si mette in ginocchio davanti a lui; non può criticare la stupidità della reincarnazione; non può criticare il diritto dei Dalai Lama di annullare la personalità delle persone come imposto dal Buddha; non deve criticare Allah che ordina di ammazzare i pagani; ecc. Deve limitarsi a condannare le azioni degli uomini quando queste sono fatte in nome del dio padrone cristiano, ebreo o musulmano; o imitano cristo violentando bambini; o imitano Buddha annullando la personalità delle persone.
Le idee religiose vanno esposte,
discusse e misurate in relazione
alle idee delle altre religioni.
E’ un’organizzazione che ha la finalità d impedire fra i suoi membri la critica ai testi sacri per poter continuare a violentare bambini affinché veicolino quei testi sacri perpetrando l’orrore generazione dopo generazione: si condanna chi esegue, ma non il mandante, che può continuare a coltivare gli esecutori, generazione dopo generazione.

A chi è aperto il seminario di Phyllis Curott?
Lo dice il manifesto dell’evento in Facebook:

*NB – il workshop è aperto ai maggiorenni, i minorenni possono partecipare solo presentando l’autorizzazione scritta dei genitori, o di chi ne fa le veci, con firma autografa e fotocopia della carta d’identità della persona che fornisce l’autorizzazione.

Non è una precisazione irrilevante.
E in che cosa consiste il seminario?
Lo dice il manifesto dell’evento in Facebook:

Sì, possiamo. Il workshop di questo weekend è per tutte e tutti coloro che si sentono chiamati a percorrere il sentiero della Dea, un sentiero che conduce alla sorgente di potere spirituale che risiede nel mondo e ciascuno di noi. Esploreremo il ruolo del Divino Femminile nella nascita della civiltà occidentale e nell’attuale momento di transizione, il perché la Sua saggezza e la sua presenza sono state soppresse e come è potuta sopravvivere. Rimuoveremo la benda posta sui nostri occhi dall’abitudine e dall’ordinamento gerarchico vigente per vedere la Sua saggezza rivelata nella Natura, imparare i Suoi principi basati sulla relazione e riconnetterci all’essenziale unicità della vita.

Lavoreremo con pratiche spirituali volte a risintonizzarci ai ritmi della vita e del mondo naturale e a sperimentare come i nostri corpi e le nostre anime connettano “terra e cielo”. Lavoreremo con antiche tecniche di magia naturale come la respirazione consapevole, il radicamento e la centratura, la circolazione dell’energia, la creazione del cerchio sacro, meditazioni elementali vissute nel corpo, la costruzione di un altare, l’ascolto interiore, il silenzio, la preghiera e il rituale. Invocheremo la presenza del Divino Femminile, la sorgente sacra che tesse la tela della vita, impareremo a lavorare insieme a lei e aiuteremo questa forza rivitalizzante a fluire liberamente nel mondo e in noi per risanare, nutrire, creare e trasformare.

Guarderemo in faccia la dea il cui volto è uno specchio in cui ogni donna può vedere di nuovo il sacro che è in lei e rivendicare così il proprio potere spirituale. La incontreremo anche come musa che offre agli uomini una fonte d’ispirazione, bellezza e amore interiori. Cercheremo una visione della nostra dea patrona personale e chiederemo la Sua guida. Esploreremo come la nostra storia di vita esprima una grande storia archetipica del Divino Femminile che prende vita in quest’epoca di profondi cambiamenti.
La Teologia Pagana è definibile
solo da chi si fa carico di discutere
culturalmente.

Le partecipanti e i partecipanti entreranno nel reame di autentico potere spirituale della Dea e impareranno come lavorare con questa energia creativa per sostenere la nostra rigenerazione e quella della vita. Grazie a tecniche accessibili per la pratica e la riflessione quotidiane, i partecipanti stabiliranno una connessione permanente con il potere e l’amore della Dea che sta tornando e il nostro scopo divino ci apparirà chiaramente. Questo è il prossimo passo della nostra evoluzione spirituale, questa è la magia naturale della Dea e lo scopo del nostro speciale incontro di oggi.


I seminari di autocoscienza in Italia si facevano negli anni ’70. L’autocoscienza è nata nell’ambito della psichiatria alternativa e oggi sono un formidabile strumento di controllo delle persone tanto da essere utilizzati dagli alcolisti anonimi e dai centri di recupero per tossicodipendenti. Farli oggi, applicandoli in campo religioso, significa riproporre la miseria culturale della New Age, i sistemi di controllo del guru sui partecipanti e il fallimento di ogni ricerca religiosa.

La miseria religiosa che nasconde intenti diversi è facilmente verificabile: l’incapacità, l’impossibilità, il rifiuto della persona che la propone di discutere di idee religiose. Tutti si devono mettere in ginocchio davanti a quello che propone senza sollevare critiche sugli apriori.
La cultura ha dimostrato la stupidità del matriarcato e delle tesi di Bachofen. Dal momento che quelle tesi sono ancora radicate nell’immaginario collettivo, la Curott le sfrutta per creare inganno. C’è sempre una Gimbutas pronta ad essere strumentalizzata come c’era qualche anno fa’ la Murray.
Così, come il dio padrone dei cristiani è la fonte della spiritualità, la Curott sedimenta l’idea che la “dea conduce alla sorgente del potere spirituale”. Senza dire per farne cosa; perché è necessario praticarlo; che cosa significa la pratica; quali sono gli effetti che ciò produce.
Tutto questo insieme di illusioni che Curott produce finiscono nei tarocchi che la Curott è disponibile fare a chiunque partecipi al seminario.
Se gli americani non ci avessero imposto, mediante una propaganda martellante, l’idea di una “vecchia religione” che in Italia non è mai esistita, affermazioni ingiuriose come questa:

Il Sentiero della Dea/Una Strega a New York [...] che ha risvegliato il movimento spirituale in Italia, spingendolo a rivendicare la saggezza ancestrale della Vecchia Religione e del Divino Femminile.

Non verrebbero mai tollerate: degli americani stupidi e culturalmente ignoranti che pretendono di dire agli Italiani che cos’è la loro religione.

Che questo comportamento sia una truffa, lo dice chiaramente la Grande Sacerdotessa Francesca Ciancimino Howell nell’intervista, in collegamento web, che ha rilasciato durante la teleconferenza a Pisogne il 5 maggio 2013. In quella teleconferenza ha affermato che lei, donna in carriera universitaria, si guarda bene dal parlare in ambito accademico della sua partecipazione alla wicca. Non perché ciò sia proibito, ma perché tale idea è indice di mancanza di serietà culturale. In sostanza, in un ambito culturale universitario la miseria culturale con cui la wicca inganna le persone è facilmente
E' necessario misurarci con tutto
il pensiero filosofico che ci ha preceduti.
Non si può ingannare le persone
spacciandosi come "unti del dio padrone" come
fa Phyllis Curott.
individuabile e per questo Francesca Ciancimino si vergogna di dirsi Gran sacerdotessa wicca ambito universitario. Ma è pronta a spacciare quella miseria culturale alle persone che non si possono difendere o, meglio ancora: ai fessi italiani. Come ha fatto in teleconferenza. Vedi il filmato della sua conferenza su You Tube:


Come ha fallito Zoe Redbear con la sua miseria culturale (anche lei era un avvocato) così ci prova anche Phyllis Curott a truffare un po’ di italiani ingenui con le sue americanate e con la sua miseria culturale.

Se volete sapere se una persona ha delle idee religiose, interrogatela in merito a tutti gli apriori religiosi che dà per scontati e dopo averli analizzati, fornitevi di strumenti culturali per analizzarli meglio. Quando qualcuno usa il metodo del pazzo di Nazareth “In verità, in verità vi dico...”,  significa che vi vuole truffare costringendovi a considerare aprioristicamente come verità ogni tipo di menzogna il cui scopo è appropriarsi della vostra vita.
Per fare una religione è necessario discutere di idee religiose come in:


Come in


Come in


Quando non si discute di idee religiose, in ambito religioso, c’è solo truffa per imprigionare i sentimenti emotivi delle persone.



12 ottobre 2013
Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo
P.le Parmesan, 8
30175 – Marghera Venezia
Tel. 3277862784


mercoledì 2 ottobre 2013

Commento ed analisi dell'Enciclica Lumen Fidei di Benedetto XVI e Francesco.

La Teoria della Filosofia Aperta
Nell'ambito dello sviluppo della Teoria della Filosofia Aperta è stata presa in considerazione la linea di sviluppo della filosofia cattolica.
La filosofia cattolica ha il suo massimo momento nelle encicliche di Ratzinger e di Bergoglio.
Il cattolicesimo è tale perché è una filosofia assolutista in contrapposizione alle filosofie relativiste. Dunque, non è importante quanto dicono i filosofi in quanto tali, ma per il cattolicesimo sono importanti i filosofi che si adeguano alle direttive del loro papa.
L'Enciclica Lumen Fidei è l'ultima direttiva del Vaticano in tema di filosofia. E' scritta a quattro mani da Ratzinger e da Bergoglio e, pertanto, rappresenta il punto di riferimento di ogni filosofo cattolico.
Nel lavoro per sviluppare il pensiero religioso e filosofico della Religione pagana, diventa importante discutere dei principi cattolici in quanto questi, rappresentando per la Religione Pagana il Male Assoluto che si cala nella società permette alla Religione Pagana di far conoscere la propria diversa visione del mondo e della vita.
Le pagine sono all'indice di filosofia:
http://www.stregoneriapagana.it/filosofia.html
In quell'indice viene sviluppata, secondo la filosofia Pagana la critica alle idee filosofiche degli ultimi 200 anni. Dalla Rivoluzione Francese fino ad oggi.

Jorge Mario Bergoglio (detto Francesco) (1936 - vivente)

a) Ratzinger-Bergoglio le idee filosofiche nell' enciclica Lumen Fidei Prima parte. Il fondamento teologico e psicologico nella premessa introduttiva.

b) Enciclica Lumen Fidei. Seconda parte. Il comportamento di Elisabeth Forster Nietzsche indicato da Ratzinger e Bergoglio ai cattolici per imporre la fede.

c) Enciclica Lumen Fidei. terza parte. Il discorso sulla fede in sé di Ratzinger e Bergoglio.

d) Enciclica Lumen Fidei. Quarta parte: Messianesimo, millenarismo, apocalittismo come progetto religioso di Ratzinger e Bergoglio.

e) Enciclica Lumen Fidei. Quinta parte. Codice di comportamento dell'armata messianica di Ratzinger e Bergoglio.

f) Enciclica Lumen Fidei. Sesta parte. Conclusioni dell'introduzione alla Lumen Fidei e le strategie di Bergoglio: mettere a ferro e fuoco l'America Latina.

g) Enciclica Lumen Fidei. Settima parte. La religione cristiana come effetto della schizofrenia e del delirio (lo dicono Ratzinger e Bergoglio).

h) Enciclica Lumen Fidei. Ottava parte. Abramo e l'abbandono nella schizofrenia per farsi femmina davanti a dio, ad ogni gerarchia a ogni padrone. Trasformare i cittadini in eunuchi sociali per il regno dei cieli

i) Enciclica Lumen Fidei. Nona parte. Imporre la fede ai bambini, terrore, stupro, miseria, manipolazione psichica.

l) Enciclica Lumen Fidei. Decima parte. L'idolatria e il feticismo espresso nel salmo 115 (113bis) della bibbia.

m) Enciclica Lumen Fidei. Undicesima parte. Fede e idoli.

n) Ratzinger e Bergoglio mediatori del volere di Jahve. Dodicesimo commento ai principi dell'Enciclica Lumen Fidei.

o) Enciclica Lumen Fidei. Dal terrore di Abramo al terrore di Gesù. Tredicesimo commento ai principi dell'Enciclica Lumen Fidei.

p) Dal terrore di Gesù all'amicizia di Harry Potter. Quattordicesimo commento ai principi dell'Enciclica Lumen Fidei.

q) Schizofrenia, paranoia e nevrosi come modello della fede cristiana. Quindicesimo commento ai principi dell'Enciclica Lumen Fidei.

r) Lumen Fidei.La salvezza mediante la fede. Sedicesimo commento ai principi dell'Enciclica Lumen Fidei.

Per ora è disponibile un'antologia di circa 200 pagine di idee filosfiche considerate e commentate. Una parte dell'antologia è pubblicata a:

http://ilmiolibro.kataweb.it/schedalibro.asp?id=1026305

Marghera, 02 ottobre 2013
Claudio Simeoni
Meccanico
Apprendista Stregone
Guardiano dell’Anticristo

Tel. 3277862784